Italia markets close in 3 hours 23 minutes
  • FTSE MIB

    22.592,20
    +93,31 (+0,41%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,24 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,10 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.633,46
    +391,25 (+1,39%)
     
  • Petrolio

    52,50
    +0,14 (+0,27%)
     
  • BTC-EUR

    30.424,40
    +251,41 (+0,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    730,17
    -4,97 (-0,68%)
     
  • Oro

    1.836,80
    +6,90 (+0,38%)
     
  • EUR/USD

    1,2132
    +0,0048 (+0,40%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    29.642,28
    +779,51 (+2,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.609,94
    +7,27 (+0,20%)
     
  • EUR/GBP

    0,8908
    +0,0020 (+0,23%)
     
  • EUR/CHF

    1,0769
    +0,0013 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,5434
    +0,0039 (+0,26%)
     

Istat: Fatturato e ordinativi dell’Industria italiana -7,3%

Fabio Carbone

Diminuisce sensibilmente il fatturato dell’Industria Italiana nel mese di dicembre 2018. Il fatturato totale diminuisce in termini tendenziali del -7,3%, con un calo del 7,5% sul mercato interno e del -7,0% sul mercato estero.

Sono i dati pubblicati dall’Istat sul fatturato e gli ordinativi dell’industria italiana di dicembre 2018.

Il fatturato dell’industria italiana diminuisce in termini congiunturali del 3,5%. Nel quarto trimestre, certifica l’Istat, l’indice complessivo ha registrato un calo dell’1,6% rispetto al precedente trimestre.

Giù gli ordinativi

Giù gli ordinativi, con una riduzione congiunturale del -1,8% rispetto al mese di novembre, e del 2% nel complessivo del quarto trimestre rispetto al precedente.

Il calo congiunturale del fatturato dell’Industria italiana

Il calo congiunturale dell’industria italiana riguarda il mercato interno e il mercato estero. Sul lato interno il fatturato dell’industria recede del 2,7%, che diventa -4,7% guardando al fatturato derivato dal mercato estero.

A proposito dell’export italiano, avevamo presentato pochi giorni fa i dati Istat che certificavano la minor esportazione del Made in Italy.

 

Tutti i comparti industriali italiani segnano una variazione congiunturale negativa.

  • Beni di consumo: -1,8%.

  • Beni strumentali: -5,5%.

  • Beni intermedi: -1,7%.

  • Energia: -9,7%.

Fatturato corretto per gli effetti di calendario

Da notare che nel mese di dicembre l’industria ha lavorato 19 giorni contro i 18 di dicembre 2017.

I dati che si riferiscono al fatturato corretto per gli effetti di calendario, mostrano come tutti i settori dell’attività economica sono in calo tendenziale:

  • Mezzi di trasporto: -23,6%.

  • Industria farmaceutica: -13%.

  • Industria chimica: -8,5%.

Il FTSE MIB va giù a Piazza Affari

I dati negativi sull’industria italiana fanno aumentare lo spread dei Btp Italia contro il Bund tedesco a dieci anni, che passa a 273 punti base, dopo aver toccato anche i 275.

Anche Piazza Affari risente dei dati negativi sull’industria italiana e il FTSE MIB cede il 0,90%, a 20.146 punti base.

 

Intanto, quest’oggi, Snam spa rete gas ha presentato i risultati positivi del bilancio 2018.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: