Italia markets open in 7 hours 57 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.418,51
    -67,29 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1748
    -0,0042 (-0,35%)
     
  • BTC-EUR

    11.294,05
    +11.294,05 (+0,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    261,22
    -11,47 (-4,20%)
     
  • HANG SENG

    24.708,80
    -78,39 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

Istat: "Fatturato in crescita, ma gap pre-covid ancora ampio"

Lorenzo Santucci
·1 minuto per la lettura
10/11/2011 Roma, nella foto l'edificio che ospita l'Istituto Nazionale di Statistica (Photo: Pierpaolo Scavuzzo / AGF)
10/11/2011 Roma, nella foto l'edificio che ospita l'Istituto Nazionale di Statistica (Photo: Pierpaolo Scavuzzo / AGF)

Continua il trend positivo del fatturato dell’industria, a confermarlo è l’Istat. A luglio scorso si è registrato, infatti, un aumento dell′8,1% in termini congiunturali rispetto a giugno. Su base annua, però, c’è da registrare un calo sempre dell′8,1%. L’indice medio complessivo degli ultimi tre mesi ha visto una crescita pari all’ 11,1% rispetto ai tre mesi precedenti.

“La crescita registrata negli ultimi tre mesi riduce il gap rispetto ai livelli precedenti l’adozione delle misure di contenimento della pandemia, che tuttavia permane ancora ampio (-7,7% rispetto a febbraio, al netto della stagionalità)”, fa sapere l’Istituto.

Sempre nel mese di luglio, gli ordinativi registrano un aumento congiunturale, seppur meno ampio del fatturato (+3,7%): nella media, una crescita del 14,8% se paragonata al trimestre precedente.

Questa variazione congiunturale del fatturato si riscontra anche nei risultati positivi del mercato interno (+9,0%) ed estero (+6,5%).

“L’incremento è diffuso a tutti i principali raggruppamenti di industrie, ad eccezione di quello dell’energia, per il quale la variazione su base trimestrale rimane ancora negativa. Anche al netto della componente di prezzo, il settore manifatturiero registra un aumento congiunturale sia su base mensile sia su base trimestrale”, conclude l’Istat.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.