Italia markets close in 7 hours 21 minutes
  • FTSE MIB

    26.276,49
    +7,87 (+0,03%)
     
  • Dow Jones

    35.258,61
    -36,15 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.021,81
    +124,47 (+0,84%)
     
  • Nikkei 225

    29.215,52
    +190,06 (+0,65%)
     
  • Petrolio

    83,17
    +0,73 (+0,89%)
     
  • BTC-EUR

    53.456,29
    -150,36 (-0,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.455,21
    +3,58 (+0,25%)
     
  • Oro

    1.783,20
    +17,50 (+0,99%)
     
  • EUR/USD

    1,1655
    +0,0037 (+0,31%)
     
  • S&P 500

    4.486,46
    +15,09 (+0,34%)
     
  • HANG SENG

    25.774,29
    +364,54 (+1,43%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.156,25
    +4,85 (+0,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8454
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,0727
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4356
    -0,0009 (-0,06%)
     

Istat: nel II trimestre reddito famiglie +0,5%, boom consumi +5,4%

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 ott. (askanews) - Nel II trimestre il reddito disponibile delle famiglie e il loro potere d'acquisto hanno segnato "lievi aumenti", mentre "la crescita sostenuta dei consumi finali ha sospinto al ribasso la propensione al risparmio, rimasta tuttavia a livelli superiori a quelli registrati prima della crisi". Lo ha reso noto l'Istituto di Statistica.

Secondo i dati dell'Istat, il reddito disponibile delle famiglie è cresciuto dello 0,5% rispetto al trimestre precedente. La dinamica dei prezzi, +0,4% rispetto al primo trimestre dell'anno il deflatore dei consumi finali delle famiglie, ha frenato l'incremento del potere d'acquisto, aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente.

La propensione al risparmio delle famiglie è stimata al 12,9%, in flessione di 4,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente. Corrispondentemente, la spesa per consumi finali è aumentata in termini nominali del 5,4%.

Nel secondo trimestre del 2021, a fronte di un aumento degli investimenti fissi lordi del 4% e del già segnalato aumento dello 0,5% del reddito lordo disponibile, il tasso di investimento delle famiglie consumatrici è stato pari al 6,3%, +0,2 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli