Italia markets close in 5 hours 54 minutes
  • FTSE MIB

    25.243,68
    +157,13 (+0,63%)
     
  • Dow Jones

    35.058,52
    -85,79 (-0,24%)
     
  • Nasdaq

    14.660,58
    -180,14 (-1,21%)
     
  • Nikkei 225

    27.581,66
    -388,56 (-1,39%)
     
  • Petrolio

    72,44
    +0,79 (+1,10%)
     
  • BTC-EUR

    33.672,80
    +1.911,24 (+6,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    935,83
    +59,60 (+6,80%)
     
  • Oro

    1.800,30
    +0,50 (+0,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1823
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • S&P 500

    4.401,46
    -20,84 (-0,47%)
     
  • HANG SENG

    25.473,88
    +387,45 (+1,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.090,83
    +26,00 (+0,64%)
     
  • EUR/GBP

    0,8512
    0,0000 (0,00%)
     
  • EUR/CHF

    1,0802
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4855
    -0,0036 (-0,24%)
     

Ita potrebbe assumere 2.800 ex Alitalia in 2021 e 5.750 nel 2022 - Mise

·1 minuto per la lettura
Banco check-in Alitalia a Fiumicino.

ROMA (Reuters) - I lavoratori Alitalia che potrebbero essere assunti nella nuova compagnia Ita sono 2.800 nel 2021 e 5.750 nel 2022, secondo una nota del ministero dello Sviluppo economico.

La transizione tra la vecchia compagnia e il nuovo vettore, che ha ricevuto oggi un decisivo disco verde Ue, durerà fino al 15 ottobre quando è prevista la cessazione di Alitalia.

"Il periodo di transizione sarà accompagnato attraverso una corretta vigilanza sull’amministrazione straordinaria di Alitalia che si farà carico delle ricadute sociali insieme con il ministro del lavoro attivando tutte le tutele consentite per accompagnare i lavoratori che non troveranno posto nella newco verso nuove prospettive", dice la nota.

"Gli acquirenti di biglietti per voli successivi a questa data saranno tutelati", aggiunge.

(Stefano Bernabei, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli