Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.738,78
    +61,76 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.177,03
    +86,83 (+0,58%)
     
  • Nikkei 225

    28.600,41
    -204,44 (-0,71%)
     
  • EUR/USD

    1,1617
    -0,0028 (-0,24%)
     
  • BTC-EUR

    54.694,90
    +2.518,46 (+4,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.515,88
    +1.273,20 (+524,64%)
     
  • HANG SENG

    26.132,03
    +5,10 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.560,69
    +15,79 (+0,35%)
     

ITA, Ugl domani in piazza a Roma contro destrutturazione CCNL

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 ott. (askanews) - "Domani l'UGL scenderà in piazza SS. Apostoli a Roma, dalle ore 10.00, per manifestare contro la destrutturazione della contrattazione collettiva messa in atto da ITA e che rappresenta un pericoloso precedente per tutto il mondo del lavoro. Il CCNL è un limite invalicabile a garanzia dei diritti e della dignità dei lavoratori, pertanto ribadiremo la nostra indisponibilità a indietreggiare sul fronte delle tutele. Sarà, inoltre, l'occasione per riaffermare la netta condanna contro la violenza e contro tutti gli attacchi a danno dei movimenti sindacali: dall'irruzione nella sede della CGIL di Roma alle aggressioni e atti di vandalismo alle sedi territoriali dell'UGL di Bologna, Firenze, Genova, Milano, Torino e Monza. La difesa della democrazia e della libertà non ha colore politico, pertanto non può essere strumentalizzata a fini elettorali o di parte. Il ruolo dei corpi intermedi appare più che mai essenziale per ribaltare la falsa narrazione delle frange estremiste e salvaguardare le legittime rivendicazioni di tutti i lavoratori".

Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell'UGL, in vista della manifestazione che si terrà domani, mercoledì 13 ottobre, alle ore 10.00, in Piazza SS. Apostoli a Roma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli