Italia Markets open in 8 hrs 22 mins

Italgas balza sopra i prezzi IPO. Analisti bullish dopo i conti

Davide Pantaleo
 

Una seduta indubbiamente da ricordare quella odierna per Italgas che mostra una forza relativa decisamente maggiore rispetto a quella del Ftse Mib, occupando la seconda posizione nel paniere delle blue chips. Il titolo, dopo aver archiviato la giornata di ieri con un calo di oltre un punto percentuale, quest'oggi ha vissuto un avvio nel segno dell'incertezza.

In seguito però le quotazioni si sono subito riprese, accelerando progressivamente al rialzo e presentandosi negli ultimi minuti a 4,064 euro, con un rally del 2,83% e circa 3 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, già in linea con la media giornaliera degli ultimi tre mesi.
Italgas riesce a spingersi oltre i prezzi dell'IPO a 3,998 euro, avvenuta lo scorso 7 novembre, quando il titolo è sbarcato nuovamente a Piazza Affari dopo 13 anni dal delisting.

I risultati dell'esercizio 2016

Italgas catalizza gli acquisti dopo la diffusione dei risultati del 2016, archiviato con un utile netto adjusted pari a 226 milioni di euro, in calo rispetto ai 345 milioni del 2015.
Secondo quanto si legge in una nota, la contrazione è da ricondurre alla riduzione dell'utile operativo nell'ordine di 147 milioni di euro, a minore oneri finanziari netti e a minori proventi netti su partecipazioni, tutti effetti parzialmente compensati dalle minore imposte sul reddito.

I ricavi sono scesi da 1,09 a 1,08 miliardi di euro, mentre l'Ebitda adjusted è sceso da 782 a 688 milioni di euro, a fronte di un Ebit passato da 509 a 362 milioni.
L'indebitamento finanziario netto a fine 2016 è pari a 3,618 miliardi di euro, costituito da debiti finanziari a breve termine per 2,696 miliardi, da debiti a lungo termine per 923 milioni e da disponibilità liquide, tutti interamente denominati in euro.
Sulla base di questi risultati il Cda ha deciso di proporre all'assemblea la distribuzione di un dividendo pari a 0,2 euro per azione, in linea con la guidance della società e con le stime del consensus.

Le strategie degli analisti su Italgas

Gli analisti di Icbpi parlano di risultati in linea con le attese e richiamano l'attenzione sull'intenzione di Italgas di accrescere la propria efficienza operativa e il progetto di miglioramento della qualità dei processi e dei servizi che sarà avviato nei primi mesi dell'anno in corso.

Banca Akros evidenzia che il gruppo ha diffuso numeri in calo rispetto allo scorso anno, pur segnalando che la base di confronto non è significativa alla luce delle diverse voci una tantum.
Per gli analisti i risultati del 2016 non fungono da catalizzatore per il titolo, visto che il driver è il piano industriale che sarà presentato in primavera.

La view su Italgas resta positiva tanto che Banca Akros consiglia di acquistare con un prezzo obiettivo a 4,35 euro. A puntare sul titolo sono anche i colleghi di Banca IMI che consigliano di aggiungerlo in portafoglio, con un target price a 4,4 euro, anche se gli analisti fanno sapere che nel complesso i conti dello scorso anno sono leggermente al di sotto delle loro stime.

Infine, una strategia bullish per il titolo viene indicata anche da Mediobanca Securities che su Italgas ha una raccomandazione "outperform", con un fair value a 4,35 euro.
Gli analisti segnalano che il titolo scambia in linea con il settore di riferimento, ma meriterebbe un premio visti il maggior ritorno consentito sulla Rab per la distribuzione del gas, pari al 6,1%, rispetto a quello per la trasmissione di gas ed elettricità, rispettivamente del 5,4% e del 5,3%.
Il premio sarebbe inoltre giustificato dal più basso costo del debito del gruppo, grazie al rifinanziamento a tassi competitivi a seguito del processo di spin-off.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online