Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.377,54
    +329,77 (+0,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Italgas guarda con "estremo interesse" a greca Depa, offerte entro metà luglio

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Slitta ancora la scadenze per le offerte vincolanti per rilevare il 100% di Depa Infrastructure, che raggruppa le attività della distribuzione di gas in Grecia. Italgas parteciperà da sola e, nel frattempo, guarda anche ad altre opportunità nei segmenti dell'efficienza energetica e distribuzione dell'acqua.

E' quanto ha sottolineato l'AD, Paolo Gallo, in una conferenza stampa al termine dell'assemblea che ha approvato il bilancio 2020, precisando che il nuovo termine per le scadenze è stato fissato a metà luglio da metà marzo previsto originariamente.

"Stiamo partecipando alla gara per il gas in Grecia con estremo interesse e siamo pronti a cogliere opportunità su altri mercati a noi vicini dove pensiamo che le nostre competenze possano essere valorizzate", ha sottolineato il manager.

"Sulla Grecia -- ha aggiunto -- la novità è che l'offerta vincolante è stata spostata a metà di luglio da metà marzo come originariamente prevista. Ovviamente a noi dispiace perché eravamo pronti per metà marzo e saremo pronti per metà luglio. Parteciperemo sempre da soli".

Gallo non ha voluto precisare a quali altri Paesi Italgas guarderà, ma ha sottolineato che qualunque valutazione sarà "solo sulla distribuzione del gas".

Il manager ha evidenziato che "prima di dare il nostro interesse a partecipare alla gara, abbiamo fatto una valutazione a 360 gradi e, nel caso della Grecia, la valutazione è stata positiva perché la regolazione è molto simile alla nostra".

Quanto alle altre opportunità di crescita, "stiamo lavorando molto sull'efficienza energetica e la distribuzione dell'acqua".

Infine, un cenno sul bando per l'Acquedotto Pugliese: "ci avevano chiesto una manifestazione di interesse e l'abbiamo fatta, ma non ne sappiamo più niente anche noi".

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Sabina Suzzi)