Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.124,91
    +319,70 (+1,29%)
     
  • Dow Jones

    35.016,55
    +193,20 (+0,55%)
     
  • Nasdaq

    14.824,55
    +139,96 (+0,95%)
     
  • Nikkei 225

    27.548,00
    +159,80 (+0,58%)
     
  • Petrolio

    72,02
    +0,11 (+0,15%)
     
  • BTC-EUR

    27.321,77
    -315,59 (-1,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    777,81
    -15,92 (-2,01%)
     
  • Oro

    1.801,60
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1777
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.408,40
    +40,92 (+0,94%)
     
  • HANG SENG

    27.321,98
    -401,86 (-1,45%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.109,10
    +50,05 (+1,23%)
     
  • EUR/GBP

    0,8559
    +0,0012 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0829
    +0,0012 (+0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4799
    +0,0019 (+0,13%)
     

Italgas, utile netto primi 9 mesi a 262,6 mln (+16,0%)

Roma, 7 nov. (askanews) - Italgas archivia i primi nove mesi del 2019 con un utile netto in crescita del 16% a 262 milioni di euro e ricavi totali in aumento del 3,7% a 916,9 milioni. Lo rendo noto un comunicato. L'utile operativo sale del 12,9% a 376,9 milioni di euro, mentre il margine operativo lordo mostra un incremento del 5% a 660,7 milioni. "Undici trimestri consecutivi di crescita, incrementi a doppia cifra per Ebit, +12,9% e utile netto, +16% nei primi nove mesi del 2019 dimostrano la capacità di Italgas di coniugare la solidità di un'azienda con oltre 180 anni di esperienza, un approccio da start-up per promuovere l'innovazione e una grande attenzione ai costi". Lo ha dichiarato l'amministratore delegato Paolo Gallo. "Un modello d'impresa - ha continuato - ispirato a criteri di sostenibilità ambientale, sociale ed economica, che ci ha permesso di essere inclusi, per la prima volta nella nostra storia, nel Dow Jones Sustainability Index World. Continuano a crescere gli investimenti, +40% rispetto allo scorso anno, crescita che ci porterà a superare i 700 milioni a fine anno: manutenzione, sviluppo e digitalizzazione della rete sono i nostri 3 pilastri. Il progetto Sardegna ha ottenuto un riconoscimento istituzionale con il prossimo ingresso nella compagine azionaria della società sarda del Fondo Marguerite, investitore europeo di alto profilo. Sull'isola abbiamo già posato oltre 300 chilometri di reti "native digitali", le più moderne del Paese riscontrando un notevole interesse da parte di residenti e imprese, segno della grande attesa da parte del territorio: nei prossimi mesi inizieremo ad alimentare le prime utenze con gas naturale. Con l'acquisizione della maggioranza azionaria di Toscana Energia riusciremo ancor di più a supportare la nostra consociata nell'affrontare le sfide delle gare e della trasformazione digitale. La trasformazione digitale rimane il nostro principale obiettivo: la Digital Factory ad 1 anno dal suo avvio ha già prodotto svariate soluzioni digitali che stanno cambiando il modo in cui gestiamo la nostra rete con un significativo miglioramento della qualità del servizio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli