Italia markets open in 1 hour 26 minutes
  • Dow Jones

    32.196,66
    +466,36 (+1,47%)
     
  • Nasdaq

    11.805,00
    +434,00 (+3,82%)
     
  • Nikkei 225

    26.582,96
    +155,31 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,0408
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • BTC-EUR

    29.216,84
    +554,13 (+1,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    682,53
    +1,42 (+0,21%)
     
  • HANG SENG

    19.895,89
    -2,88 (-0,01%)
     
  • S&P 500

    4.023,89
    +93,81 (+2,39%)
     

In Italia 171.263 casi Covid e 333 morti. Tasso di positività al 16,4%

·1 minuto per la lettura

AGI - Tende a calare la curva epidemica in Italia. I nuovi casi registrati isabato 22 gennaio 2022 sono 171.263, contro i 179.106 del giorno precedente e soprattutto i 180.426 di sabato scorso: una riduzione settimanale del 5%. Con 1,043,649 tamponi, oltre 70mila in meno rispetto a ieri, tanto che il tasso di positività sale dal 16% al 16,4%.

I decessi sono 333 (ieri 373), per un totale di 143.296 vittime dall'inizio dell'epidemia. Tornano a scendere contemporaneamente sia i ricoveri che le terapie intensive, come non accadeva da due mesi: le rianimazioni sono 31 in meno (ieri +9) con 121 ingressi del giorno, e calano a 1.676, mentre i ricoveri ordinari sono 43 in meno (ieri -174), 19.442 in tutto. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

La regione con il maggior numero di casi odierni è la Lombardia con 31.164 contagi, seguita da Veneto (+18.773), Emilia Romagna (+17.887), Lazio (+14.821) e Campania (+14.416). I casi totali salgono a 9.781.191.

I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 148.756 (ieri 171.565) per un totale di 6.913.946, mentre gli attualmente positivi crescono di 28.246 unità (ieri +13.662) arrivando al picco di 2.723.949. Di questi, 2.702.831 pazienti sono in isolamento domiciliare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli