Italia Markets close in 3 hrs 26 mins

Italia al top nella sperimentazione 5G, al secondo posto in Europa

Rar

Milano, 6 nov. (askanews) - L'Italia è uno dei paesi con la più elevata penetrazione della fonia mobile (137%), dietro solo a Russia (161%) e Svezia (140%). Il nostro Paese eccelle poi nella sperimentazione del 5G, al secondo posto in Europa alle spalle della Finlandia. E' quanto emerge dall'indagine dell'Area Studi di Mediobanca sul settore delle tlc.

In miglioramento anche il dato del 4G: a dicembre 2018 il 65% circa delle sottoscrizioni complessive è dotato, infatti, della tecnologia di trasmissione dati di quarta generazione. È ancora bassa, invece, la diffusione di linee fisse broadband con 28 connessioni ogni 100 abitanti rispetto alle 44 per l'Olanda e alle 43 per la Francia. Migliora invece il dato della copertura in modalità FTTH (Fiber-to-the-home), con il 23,9% delle abitazioni italiane raggiunte (erano il 12,2% nel 2013). L'Italia migliora anche nella connettività e nei servizi pubblici digitali anche se sono lenti i progressi nella connettività superveloce. Nel 2018 la copertura ultraveloce è del 45,1% delle linee italiane (salite al 50,3% nel giugno 2019), in forte aumento rispetto al 2,8% del 2014 ma ancora molto distante da paesi come Germania (53,9%) e Spagna (74,3%).

Per quanto concerne le quote di mercato nel mobile (inclusi gli operatori virtuali e le not human Sim), Tim è il primo operatore (30,4% a fine giugno 2019), davanti a Vodafone Italia (29%), Wind Tre (28,5%), PosteMobile (4%) e Iliad (3,7%). Nel fisso al primo posto c'è sempre Tim al 48,1%, seguita da Vodafone Italia (14,8%), Wind Tre (13,6%), Fastweb (13,6%), Linkem (3,1%) e Tiscali (1,9%). Tim detiene la maggiore quota di mercato anche nella banda larga (43,2%). Inseguono Vodafone (16,3%), Fastweb (15,1%), Wind Tre al (14,1%), Linkem (3,6%) e Tiscali (2,6%).