Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    44.780,45
    -6.849,34 (-13,27%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Italia: ancora contrazione per il terziario, Pmi servizi cala a 48,6 a marzo

Daniela La Cava
·1 minuto per la lettura

Il settore dei servizi in Italia è rimasto impantanato in zona contrazione a marzo. Secondo i dati forniti da Ihs Markit, lo scorso mese l'indice Pmi servizi si è attestato a 48,6, in leggera discesa rispetto a 48,8 di febbraio. Con marzo salgono a otto i mesi consecutivi in cui l’attività terziaria indica una contrazione, anche se quest’ultima è stata complessivamente marginale. "Nell’insieme, i dati dell’economia italiana mettono in luce esiti constrastanti. È un segnale positivo che, nonostante le limitazioni anti Covid-19, la ripresa continui ad essere sostenuta, con il terziario che mostra molta più resilienza rispetto alla primavera dello scorso anno. Certo è che le aziende hanno indicato il livello record di ottimismo sulle previsioni sugli affari nei prossimi dodici mesi, con la fiducia nutrita dall speranze di un forte rimbalzo dell’economia e di un allentamento delle restrizioni", commenta Lewis Cooper, economista di Ihs Markit. "L'ottimismo è tuttavia vincolato al successo della campagna vaccinale, e la contrazione del terziario è una grande preoccupazione per la ripresa dell’economia - segnala ancora Cooper -. Con la terza ondata di contagi che in Europa sta imponendo misure ancora più restrittive, la ripresa nel breve termine sembra vacillare".