Italia markets close in 4 hours 32 minutes
  • FTSE MIB

    24.026,34
    +150,26 (+0,63%)
     
  • Dow Jones

    31.928,62
    +48,38 (+0,15%)
     
  • Nasdaq

    11.264,45
    -270,83 (-2,35%)
     
  • Nikkei 225

    26.677,80
    -70,34 (-0,26%)
     
  • Petrolio

    111,28
    +1,51 (+1,38%)
     
  • BTC-EUR

    27.853,45
    +158,36 (+0,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    660,44
    +4,61 (+0,70%)
     
  • Oro

    1.851,30
    -14,10 (-0,76%)
     
  • EUR/USD

    1,0669
    -0,0069 (-0,64%)
     
  • S&P 500

    3.941,48
    -32,27 (-0,81%)
     
  • HANG SENG

    20.171,27
    +59,17 (+0,29%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.660,61
    +13,05 (+0,36%)
     
  • EUR/GBP

    0,8535
    -0,0028 (-0,33%)
     
  • EUR/CHF

    1,0282
    -0,0028 (-0,28%)
     
  • EUR/CAD

    1,3710
    -0,0047 (-0,34%)
     

Italia autonoma da gas russo in seconda metà 2024 - Cingolani a stampa

Il ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani a Milano

ROMA (Reuters) - L'Italia potrà sostituire in larga misura i 29 miliardi di metri cubi di gas russo nella seconda metà del 2024 combinando maggiori import di gas e gas liquefatto da altri paesi, aumentando la produzione da rinnovabili e adottando anche misure di risparmio energetico.

Lo ha detto in una intervista a La Repubblica il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani.

"Entro la seconda metà del 2024 dovremmo essere autonomi, potremmo fare a meno di importare gas russo", dice.

Il ministro torna poi a parlare della questione del pagamento in rubli da parte delle aziende che comprano gas russo.

"Serve un indirizzo chiaro, univoco per tutti gli stati membri da parte della commissione europea, anche perché in assenza di una direttiva europea chiara la responsabilità verrebbe scaricata sui singoli governi o sulle oil and gas company. Occorre quindi una decisione politica", dice Cingolani.

Se la decisione sui pagamenti in rubli "non fosse ancora matura, si potrebbe prendere un po' di tempo per capire meglio questioni legali, ma di tempo non ce n'è tanto", ha aggiunto.

Ieri una nota del ministero aveva chiarito che la notizia secondo cui Roma sarebbe aperta a pagamenti di gas russo in rubli fosse fuorviante, in una dichiarazione tesa a ribadire che la linea italiana non si discosta da quella dei principali partner del blocco Ue.

(Stefano Bernabei, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli