Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,35 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,29 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,68 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.697,07
    -330,37 (-1,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0263
    -0,0063 (-0,61%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,22 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8456
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9653
    -0,0061 (-0,63%)
     
  • EUR/CAD

    1,3092
    -0,0079 (-0,60%)
     

Italia, commercio extra-Ue maggio -637 million euro, export in accelerazione - Istat

Una bandiera italiana sventola in cima al monumento a Vittorio Emanuele II

ROMA (Reuters) - A maggio il commercio estero italiano extra-Ue risulta in deficit di 637 milioni di euro dall'avanzo di 4,783 miliardi nello stesso mese 2021, secondo i dati forniti stamani da Istat.

Nel mese in esame l'export segna una decisa accelerazione su base annua, +26,2% da +11,9% ad aprile. L'aumento, diffuso a tutti i raggruppamenti, è particolarmente accentuato per l'energia (+116,2%).

La crescita tendenziale dell'export "è geograficamente molto concentrata: infatti, l'aumento delle vendite verso gli Stati Uniti spiega un terzo dell'incremento tendenziale complessivo. Per contro, si conferma la tendenza in calo delle esportazioni del nostro Paese verso Russia e Cina", sottolinea l'istituto.

L'import registra una crescita tendenziale più intensa (+67,9%), anch'essa diffusa a tutti i raggruppamenti e molto elevata per l'energia (+182,0%).

"Gli acquisti di prodotti energetici contribuiscono per 41,2 punti percentuali al marcato aumento tendenziale dell'import italiano dai paesi extra Ue", osserva Istat nella nota che accompagna i numeri.

"Il deficit energetico si amplia sensibilmente – raggiungendo nei primi 5 mesi dell'anno quasi 40 miliardi – ma l'avanzo nell'interscambio di prodotti non energetici è elevato e in aumento rispetto a un anno prima", aggiunge.

(Valentina Consiglio, editing Antonella Cinelli)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli