Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    32.700,92
    +344,66 (+1,07%)
     
  • Dow Jones

    39.131,53
    +62,42 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    15.996,82
    -44,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    39.098,68
    +836,48 (+2,19%)
     
  • Petrolio

    76,57
    -2,04 (-2,60%)
     
  • Bitcoin EUR

    47.762,45
    +651,06 (+1,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.045,80
    +15,10 (+0,74%)
     
  • EUR/USD

    1,0823
    -0,0005 (-0,04%)
     
  • S&P 500

    5.088,80
    +1,77 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    16.725,86
    -17,09 (-0,10%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.872,57
    +17,21 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8538
    -0,0009 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    0,9531
    +0,0004 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4606
    +0,0020 (+0,14%)
     

Italia, fabbisogno 2022 a 66,9 mld, disavanzo dicembre a 3,2 mld

Una bandiera italiana sventola davanti all'Altare della Patria a Piazza Venezia a Roma

MILANO (Reuters) - La stima del fabbisogno del settore statale per il 2022 è di 66,9 miliardi di euro, in miglioramento di circa 39,6 miliardi rispetto al 2021.

E' quanto fa sapere il Mef in una nota in cui spiega che il dato è inferiore rispetto a quanto indicato nell'integrazione della Nadef per il 2022.

Nel 2022, "si è registrata una crescita degli incassi fiscali legata alla dinamica delle entrate tributarie e contributive", si legge nella nota.

Per quanto riguarda i pagamenti si è visto "un incremento della spesa previdenziale, cui contribuisce in larga misura l'erogazione dell'assegno unico oltre che l'erogazione, nel mese di luglio e novembre, del bonus ai pensionati".

Per quanto riguarda il solo mese di dicembre, il fabbisogno del settore statale è stimato in 3,2 miliardi, in lieve miglioramento rispetto al corrispondente valore di dicembre 2021.

La spesa per interessi sui titoli di Stato è in aumento di circa 800 milioni rispetto al valore dello stesso mese dell'anno precedente.

(Sara Rossi, editing Giselda Vagnoni)