Italia markets close in 8 hours 13 minutes
  • FTSE MIB

    26.962,90
    -137,72 (-0,51%)
     
  • Dow Jones

    34.053,94
    -39,02 (-0,11%)
     
  • Nasdaq

    12.200,82
    +384,50 (+3,25%)
     
  • Nikkei 225

    27.509,46
    +107,41 (+0,39%)
     
  • Petrolio

    75,36
    -0,52 (-0,69%)
     
  • BTC-EUR

    21.508,25
    -524,48 (-2,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    533,92
    -11,40 (-2,09%)
     
  • Oro

    1.926,30
    -4,50 (-0,23%)
     
  • EUR/USD

    1,0892
    -0,0019 (-0,17%)
     
  • S&P 500

    4.179,76
    +60,55 (+1,47%)
     
  • HANG SENG

    21.650,31
    -308,05 (-1,40%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.220,17
    -20,95 (-0,49%)
     
  • EUR/GBP

    0,8932
    +0,0016 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    0,9967
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4538
    +0,0017 (+0,12%)
     

Italia, fatturato industria torna a scendere a settembre - Istat

Bandiera italiana a Palazzo Chigi, a Roma

ROMA (Reuters) - Dopo il rimbalzo visto ad agosto, il fatturato dell'industria italiana torna a contrarsi a settembre, anche se nella media del terzo trimestre la dinamica congiunturale resta positiva, sebbene in decelerazione rispetto ai tre mesi precedenti.

Secondo dati diffusi stamani da Istat, nel mese in esame, al netto dei fattori stagionali, l'indice cala dell'1,2% su mese dopo il +3,4% (rivisto) del mese prima.

Nel terzo trimestre, l’indice complessivo è cresciuto dell’1,9% rispetto al trimestre precedente (+2,0% sul mercato interno e +1,9% su quello estero).

A livello annuo, corretto per gli effetti di calendario, il fatturato totale cresce del 18,0% dal +22,9% rivisto di agosto, con incrementi del 17,5% sul mercato interno e del 19,2% su quello estero. I giorni lavorativi sono stati 22 come a settembre 2021.

Con riferimento ai raggruppamenti principali di industrie, si registrano incrementi tendenziali assai marcati per l’energia (+37,1%), più contenuti per i beni strumentali (+19,2%), i beni di consumo (+17,6%) e i beni intermedi (+14,8%).

Tutti i settori di attività economica mostrano una crescita tendenziale sostenuta, osserva Istat in una nota.

"Nel confronto tendenziale su dati corretti per i giorni lavorativi, si osserva un marcato incremento del valore del fatturato sia in termini complessivi sia con riferimento ai principali raggruppamenti di industrie, con aumenti particolarmente ampi per il settore energetico", afferma l'istituto, aggiungendo che "la crescita in volume, relativa al solo manifatturiero, risulta decisamente più contenuta".

A settembre Istat stima che l’indice destagionalizzato del fatturato in volume per il manifatturiero abbia registrato un calo congiunturale dell'1,2%. Corretto per gli effetti di calendario, il volume del fatturato cresce in termini tendenziali del 4,6%, con un incremento molto più contenuto di quello in valore (+18,0%).

Di seguito i dati forniti dall'Istituto:

set ago lug

Variazione % su mese -1,2 +3,4r -0,1r

Variazione % su anno +18,0 +22,9r +16,2r

r=rivisto

(Valentina Consiglio, editing Andrea Mandalà)