Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.968,84
    -112,29 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,18 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,54 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.248,81
    +609,41 (+2,06%)
     
  • Petrolio

    73,95
    +0,65 (+0,89%)
     
  • BTC-EUR

    36.199,09
    +612,97 (+1,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.067,20
    -35,86 (-3,25%)
     
  • Oro

    1.750,60
    +0,80 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1718
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    24.192,16
    -318,82 (-1,30%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.158,51
    -36,41 (-0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8572
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0833
    -0,0017 (-0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    -0,0028 (-0,19%)
     

Italia: fiducia consumatori e imprese in calo ad agosto dopo mesi di aumento

·1 minuto per la lettura

Il sentiment tra i consumatori e le imprese in Italia torna a deteriorarsi ad agosto, dopo diversi mesi di aumento. Secondo i dati diffusi oggi dall'Istat, ad agosto è sceso sia l'indice del clima di fiducia dei consumatori (da 116,6 a 116,2) sia quello delle imprese (da 115,9 a 114,2). Il lieve calo della fiducia dei consumatori, dopo quattro mesi consecutivi di aumento, è causata sostanzialmente da un marcato calo delle attese sulla situazione economica generale e da un deterioramento dei giudizi sia sulla situazione familiare sia sull’acquisto di beni durevoli. In particolare, la componente personale è scesa da 112,2 a 110,8 e quella futura da 123,5 a 122,5 mentre il clima economico è migliorato da 129,6 a 132,4 e quello corrente è rimasto sostanzialmente stabile (da 111,9 a 112,0). Per quanto riguarda la fiducia delle imprese, si è registrato un calo di 1,7 punti percentuali, dopo 8 mesi consecutivi di aumento. Il dato rimane comunque su livelli storicamente elevati. A determinare il calo dell’indice hanno contribuito principalmente il settore manifatturiero e quello delle costruzioni, dove tutte le componenti sono in peggioramento, nonché i servizi di mercato con le attese sugli ordini in decisa diminuzione. Ha fatto eccezione il commercio al dettaglio dove l’indice è aumentato (da 111,3 a 113,9).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli