Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.124,91
    +319,70 (+1,29%)
     
  • Dow Jones

    35.061,55
    +238,20 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    14.836,99
    +152,39 (+1,04%)
     
  • Nikkei 225

    27.548,00
    +159,80 (+0,58%)
     
  • Petrolio

    72,17
    +0,26 (+0,36%)
     
  • BTC-EUR

    29.273,29
    +478,61 (+1,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    786,33
    -7,40 (-0,93%)
     
  • Oro

    1.802,10
    -3,30 (-0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,1770
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • S&P 500

    4.411,79
    +44,31 (+1,01%)
     
  • HANG SENG

    27.321,98
    -401,86 (-1,45%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.109,10
    +50,05 (+1,23%)
     
  • EUR/GBP

    0,8560
    +0,0013 (+0,15%)
     
  • EUR/CHF

    1,0819
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,4784
    +0,0003 (+0,02%)
     

Italia-Galles 1-0, Mancini record 30 partite senza sconfitte

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 giu. (askanews) - Tre su tre nel girone di qualificazione per l'Italia di Roberto Mancini. Gli azzurri battono 1-0 il Galles con un gol di Pessina ed entra nella storia. Roberto Mancini eguaglia infatti il record di 30 risultati utili consecutivi che, da 82 anni, appartiene a Vittorio Pozzo. Si va a Wembley per incontrare negli ottavi la seconda del girone C sabato 26 giugno alle ore 21.

Presumibilmente Ucraina o Austria che si affronteranno domani con il primo posto che dovrebbe andare all'Olanda. Vittoria più complicata rispetto alle precedenti ma con un ampio turnover di Mancini ne lascia a riposo otto: fuori Insigne, Barella, Spinazzola, Immobile, Berardi e Di Lorenzo. C'è Verratti dal primo minuto. Prima del via anche cinque giocatori dell'Italia si sono inginocchiati in sostegno a Black Lives Matter, il movimento attivista nato negli Stati Uniti e impegnato nella lotta contro il razzismo verso le persone di colore.

A compiere il gesto prima di Italia-Galles sul prato dello Stadio Olimpico di Roma sono stati Federico Bernardeschi, Andrea Belotti, Emerson Palmieri, Matteo Pessina e Rafael Toloi. Dall'altra parte invece tutta la nazionale del Galles si è inginocchiata prima della gara, come già era avvenuto nelle altre partite. Gara complicata per gli Azzurri che fanno la partita ma si trovano di fronte una squadra tutta compatta sotto la linea della palla e pronta a difendersi con le unghie. Prima del vantaggio, Azzurri pericolosi in un paio di circostanze con Chiesa al 24': azione centrale e in percussione con palla in profondità per Belotti che incrocia un tiro-cross, Chiesa non arriva di un soffio alla deviazione vincente. Belotti vicino al gol al 37' ma l'attaccante non riesce a concretizzare. Al 39' Italia in vantaggio: calcio di punizione da posizione laterale battuto da Verratti, gran taglio sul primo palo di Pessina che tocca e mette il pallone sul secondo palo, imparabile per Ward. Primo gol di Matteo Pessina in Nazionale alla sua seconda presenza con la maglia Azzurra. Il primo tempo si chiude 1-0.

Una sola chance per il Galles con un colpo di testa di Gunter con poche velleità. Nella ripresa cominciano i cambi. Mancini manda in campo Acerbi per Bonucci dopo 11 minuti. Al 53' Italia vicina al raddoppio: calcio di punizione di Bernardeschi, Ward battuto e palla contro il palo. Dopo un minuto occasione anche per il Galles dopo una disattenzione della retroguardia italiana, Ramsey si presenta a tu per tu con Donnarumma ma non riesce a calciare per il ritorno provvidenziale di Jorginho. Galles in 10 dal 55': rosso ad Ampadu per un brutto intervento su Bernardeschi. Al 65' Italia nuovamente vicina al raddoppio l'Italia dopo una incursione di Chiesa che guadagna il fondo e mette un buon pallone arretrato per Belotti che calcia a colpo sicuro ma Ward si salva e devia in angolo con un ginocchio. Al 73' Italia ancora vicina al raddoppio sugli sviluppi di un angolo di Verratti, Toloi prolunga e Acerbi non riesce nella deviazione vincente a pochi passi da Ward. Il Galles va vicinissimo al pareggio dopo qualche minuto con Bale che, lasciato solo in area, colpisce al volo con il sinistro ma manda alto. Nel finale il tempo per l'esordio di Locatelli e l'entrata di Sirigu per il triplice fischio finale

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli