Italia markets open in 5 hours 26 minutes
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,32 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -131,02 (-0,93%)
     
  • Nikkei 225

    28.125,38
    -838,70 (-2,90%)
     
  • EUR/USD

    1,1875
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    29.853,80
    -467,12 (-1,54%)
     
  • CMC Crypto 200

    881,52
    -58,43 (-6,22%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    0,00 (0,00%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     

Italia, Intesa vede rimbalzo Pil in trim2 e trim3, rischi al rialzo per 2021

·1 minuto per la lettura
Il logo Intesa Sanpaolo presso il palazzo della sede centrale della banca a Torino

(Elimina refuso in titolo)

ROMA (Reuters) - Il Pil italiano quest'anno potrebbe salire più del previsto grazie al miglioramento della situazione economica, fotografata anche dagli odierni dati Istat sulla fiducia.

Lo segnala la Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo.

"Gli sviluppi recenti ci sembrano coerenti con la nostra stima di un rimbalzo del Pil dell'ordine di un punto percentuale nel trimestre in corso. Soprattutto, si stanno creando le condizioni per vedere un'accelerazione potenzialmente anche molto ampia nel trimestre estivo, quando l'effetto riaperture sarà massimo", si legge in un report.

Nel complesso "stanno emergendo rischi al rialzo (per ora di entità moderata) sulla nostra attuale previsione sul Pil 2021 (che per il momento si attesta al 3,7%). La svolta per l'economia appare già in corso".

A maggio la fiducia di imprese e consumatori ha registrato un balzo ben oltre le attese, sulla scia delle riaperture e dell'avanzare della campagna vaccinale. Intesa rileva che nel settore manifatturiero la fiducia ha segnato un nuovo record da novembre 2017, e che il morale dell'edilizia non toccava un livello così alto da ottobre 2001.

"Il recupero del morale di famiglie e aziende potrebbe continuare a giugno-luglio ... Tenuto conto dell'intensificarsi della campagna vaccinale, ormai vicina agli obiettivi previsti dal Piano vaccinale nazionale, il rischio che il processo possa invertirsi appare contenuto almeno nel breve termine", aggiunge il report.

Il governo stima ufficialmente una crescita quest'anno del 4,5% dopo la flessione dell'8,9% registrata dal Pil nel 2020 a causa della crisi del Covid.

(Antonella Cinelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli