Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.809,78
    -154,79 (-0,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

Italia, Istat rivede al ribasso inflazione ottobre ma resta a max da marzo 1984

Una bandiera italiana a Roma, sopra al Palazzo del Quirinale

ROMA (Reuters) - Istat ha ritoccato al ribasso il dato sull'inflazione di ottobre, che resta però al livello più alto da marzo 1984, trainata ancora una volta dagli energetici.

Secondo i dati definitivi resi noti stamani da Istat, nel mese in esame il Nic ha evidenziato rialzi del 3,4% su mese e dell'11,8% su anno. Il dato preliminare indicava rialzi del 3,5% su mese e dell'11,9% su anno.

A settembre l'indice aveva segnato incrementi di 0,3% su mese e 8,9% su anno.

L'inflazione 'di fondo', al netto degli energetici e degli alimentari freschi, accelera a 5,3% da 5,0%, e quella al netto dei soli beni energetici a 5,9% da 5,5%.

Il cosiddetto carrello della spesa - costituito da beni alimentari, per la cura della casa e della persona - sale al 12,6% dal precedente 10,9%. Una crescita del genere, sottolinea Istat, non si registrava da giugno 1983.

Accelerano anche i prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto passando a 8,9% da 8,4%.

L'inflazione acquisita per il 2022 è pari a 8,0% per l'indice generale e 3,7% per la componente di fondo.

Passando all'indice armonizzato Ipca, anche in questo caso Istat ha rivisto i dati al ribasso: +3,8% su mese e +12,6% su anno, da +4,0% e +12,8% della lettura preliminare.

A settembre l'Ipca aveva registrato rialzi di 1,6% a livello congiunturale e 9,4% a perimetro annuo.

(Antonella Cinelli, editing Stefano Bernabei)