Italia markets open in 2 hours 51 minutes
  • Dow Jones

    30.273,87
    -42,45 (-0,14%)
     
  • Nasdaq

    11.148,64
    -27,77 (-0,25%)
     
  • Nikkei 225

    27.370,69
    +250,16 (+0,92%)
     
  • EUR/USD

    0,9917
    +0,0032 (+0,33%)
     
  • BTC-EUR

    20.520,83
    +4,62 (+0,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,08
    +3,67 (+0,80%)
     
  • HANG SENG

    18.005,28
    -82,69 (-0,46%)
     
  • S&P 500

    3.783,28
    -7,65 (-0,20%)
     

In Italia l'Iva sul gas resta al 5%, la più bassa in Europa

no credit

AGI - Circa 10 giorni ha preso il via l'auto-riduzione del consumo del gas in Europa. Una riduzione del 15% (7% per l'Italia) necessaria a far fronte ai tagli delle forniture dalla Russia conseguenti all'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca e alle sanzioni decise dall'Europa.

Ma se nel taglio l'Europa si è dimostrata compatta non è si può dire lo stesso sulla parte fiscale. Con la proroga, decisa dal governo Draghi, dello sconto sulle bollette anche al terzo trimestre dell'anno, l'aliquota del gas al 5%, invece che al 22% come normale, compirà 12 mesi.

Quella al 5% è l'aliquota Iva più bassa in Europa. Assieme all'Italia procedono in questa direzione, tra gli altri, anche Croazia, Lituania, Malta, Cipro, Romania, Slovenia, Ungheria (qui si è registrato il taglio più corposo visto che l'aliquota normale era la piu' alta d'Europa, al 27%).

Poco più su, al 5,5%, troviamo la Francia (20% aliquota normale), al 6% Svezia (dal 25% iniziale) come Portogallo (dal 23%), Grecia e Belgio.Resta ancora sostenuta invece in Austria, Finlandia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Spagna al 10%. Record per l'aliquota più alta in Europa, al 12%, è quello della Lettonia (dal 21% iniziale).