Italia markets open in 7 hours 58 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2051
    -0,0009 (-0,07%)
     
  • BTC-EUR

    41.178,10
    +3.330,42 (+8,80%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,63
    +54,40 (+5,86%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Italia primo beneficiario dei fondi “Sure”, finora 27,4 mld

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 feb. (askanews) - L'Italia è stato il maggiore beneficiario anche sul versamento della prima nuova tranche di fondi Sure del 2021, il meccanismo europeo di finanziamento ai sistemi nazionali anticrisi di sostegno al lavoro, come la cassa integrazione guadagni. Secondo un resoconto pubblicato della Commissione europea, dei 14 miliardi di euro versati, in questa che è stata la quarta tranche di fondi Sure, l'Italia ha ricevuto 4,45 miliardi. Maxi versamento anche alla Polonia, anzi perfino superiore a quello italiano se rapportato al Pil, con 4,28 miliardi.

Il Belgio ha ricevuto 2 miliardi da questa tranche Sure, la Spagna 1,03 miliardi, la Slovenia 913 milioni, la Greca 728 milioni e poi Cipro (229 milioni), Ungheria (304 milioni) e Lettonia (72 milioni). Tutti e nove questi Paesi, precisa Bruxelles, avevano già ricevuto fondi nel 2020.

Complessivamente ad oggi sono 15 i Paesi Ue che hanno ricevuto fondi Sure, sui cui l'esborso totale ha raggiunto 53,5 miliardi di euro con l'ultima tranche. Anche qui l'Italia è il primo beneficiario con 27,4 miliardi di euro, seguita da Spagna (21,3 mld), Polonia (11,2 mld) e Belgio (7,8 mld). In questo meccanismo sono stai ad oggi autorizzati stanziamenti per 90,3 miliardi a 18 Paesi, su un totale di fondi disponibili fissato a 100 miliardi.

"Fondi che stanno regolarmente seguendo il loro percorso nelle economie, aiutando mitigare l'impatto della crisi pandemica", ha commentato la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen. Secondo il commissario all'Economia, Paolo Gentiloni "la pandemia continua a pesare sulle nostre economie e sebbene sappiamo che c'è la luce in fondo al tunnel non sappiamo ancora quanto ci metteremo a raggiungerla. E' per questo - ha concluso - che Sure e la solidarietà Ue sono così importanti".