Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.696,66
    +876,83 (+1,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Italia, produzione industria febbraio sale ancora su mese ma sotto attese -Istat

·1 minuto per la lettura
Una bandiera italiana sopra al Palazzo del Quirinale a Roma

ROMA (Reuters) - La produzione industriale italiana è cresciuta a un ritmo decisamente più lento e meno delle attese a febbraio, mese segnato da nuove restrizioni per contenere la diffusione del Covid-19, pur segnando il terzo rialzo congiunturale consecutivo.

Secondo i dati diffusi stamani da Istat, nel mese in esame la produzione segna un rialzo congiunturale dello 0,2% dal +1,1% (rivisto da +1%) di gennaio. Le attese erano per un incremento dello 0,7%.

A perimetro annuo si registra una flessione dello 0,6%, da confrontare con il -2,1% (rivisto da -2,4%) del mese precedente. Il consensus Reuters era per un calo del 2,3%.

Guardando alla dinamica congiunturale, Istat sottolinea che tra i principali settori di attività "solo i beni di consumo registrano un incremento su base mensile".

Nella media del periodo dicembre-febbraio la produzione, considerata un buon anticipatore del Pil, cresce dello 0,6% rispetto ai tre mesi precedenti.

Nel Def il target di crescita del Pil per quest'anno dovrebbe essere rivisto al ribasso, tra il 4 e il 5% secondo fonti vicine al dossier, mentre a settembre, prima della seconda ondata pandemica, il governo stimava un rimbalzo del 6% dopo la contrazione dell'8,9% nel 2020.

Seguono i dettagli forniti dall'Istituto:

PRODUZIONE INDUSTRIALE FEB GEN DIC

Variazione % m/m (destag.) 0,2 1,1r 0,2

Variazione % a/a (corr. per calend.) -0,6 -2,1r -1,5r

Variazione % a/a (grezzo) -1,3 -7,8r 1,6r

NOTA: BASE 2015=100

Istat ha fornito i seguenti dati sulla produzione per raggruppamento principale di industrie (% su mese):

Beni di consumo 2,6

Beni strumentali -1,7

Beni intermedi -0,5

Energia -2,0

(Antonella Cinelli, in Redazione a Roma Valentina Consiglio)