Italia markets open in 58 minutes
  • Dow Jones

    34.086,04
    +368,95 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    11.584,55
    +190,74 (+1,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0873
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    21.225,53
    +65,74 (+0,31%)
     
  • CMC Crypto 200

    524,33
    +5,54 (+1,07%)
     
  • HANG SENG

    21.974,78
    +132,45 (+0,61%)
     
  • S&P 500

    4.076,60
    +58,83 (+1,46%)
     

Italia, saldo commercio estero torna positivo a novembre dopo quasi 1 anno - Istat

Una bandiera italiana a Roma

ROMA (Reuters) - Il saldo commerciale italiano, che risultava negativo da dicembre 2021, è tornato in territorio positivo a novembre grazie all'avanzo nell'interscambio di prodotti non energetici in forte aumento.

Secondo i dati diffusi stamani da Istat, nel mese in esame si registra un avanzo di 1,445 miliardi di euro rispetto all'attivo di 2,2 miliardi nello stesso mese del 2021.

Le esportazioni sono aumentate del 18% su base annua, le importazioni del 20,4%.

Istat segnala che "su base annua la crescita dell'export è in lieve accelerazione mentre quella dell'import rallenta ulteriormente".

Con i soli Paesi dell'Unione europea, l'Italia ha segnato a novembre un disavanzo commerciale di 371 milioni contro il deficit di 152 milioni nello stesso mese del 2021. L'export è aumentato del 14% e l'import del 14,8%, da +18,5% e +19,1% rispettivamente a ottobre.

Il deficit energetico (-8,456 miliardi) è più ampio rispetto a un anno prima (-5,777 miliardi) "ma l'avanzo nell'interscambio di prodotti non energetici, pari a 9,901 miliardi, è elevato e in forte aumento rispetto a novembre 2021 (7,976 miliardi)".

Nei primi undici mesi del 2022, le esportazioni crescono del 20,5% tendenziale.

Nel trimestre settembre-novembre, rispetto al precedente, l'export cresce dell'1,3%, mentre l'import diminuisce del 2,6%.

Nel mese in esame "i prezzi all'importazione diminuiscono dell'1,0% su base mensile e aumentano del 13,6% su base annua (era +15,7 a ottobre 2022)".

(Antonella Cinelli, editing Andrea Mandalà)