Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.829,69
    -755,19 (-2,18%)
     
  • Nasdaq

    14.657,32
    -386,64 (-2,57%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,75 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1736
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    37.561,11
    -3.116,39 (-7,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.101,67
    -32,71 (-2,88%)
     
  • HANG SENG

    24.099,14
    -821,62 (-3,30%)
     
  • S&P 500

    4.337,69
    -95,30 (-2,15%)
     

Italia, saldo commercio extra Ue giugno a 4,79 mld euro - Istat

·1 minuto per la lettura
Una bandiera italiana e dell'Unione europea a Roma

ROMA (Reuters) - Il saldo italiano del commercio extra Ue a giugno ammonta a 4,790 miliardi di euro da 4,676 mld nello stesso mese 2020, ha reso noto Istat oggi.

Nel mese in esame, l’export cresce su base annua del 23,3%, in ragione del livello ancora molto basso di giugno 2020 quando si era in piena pandemia. La crescita, generalizzata, è straordinariamente elevata per energia (+191,6%).

L’import segna un incremento tendenziale ancora più ampio (+31,1%) - sempre condizionato dal confronto con giugno dello scorso anno - esteso a tutti i raggruppamenti, a esclusione dei beni di consumo non durevoli (-15,5%).

Quanto alla distribuzione geografica, l’export è in deciso aumento tendenziale a giugno verso quasi tutti i principali paesi partner extra Ue27. Gli incrementi più ampi riguardano paesi MERCOSUR (+71,5%), Stati Uniti (+35,7%), Turchia (+30,2%) e paesi ASEAN (+28,0%). Diminuiscono, invece, le vendite verso il Giappone (-21,2%).

Gli acquisti da paesi OPEC (+119,6%), MERCOSUR (+69,1%), Russia (+67,2%) e Turchia (+54,8%), registrano rialzo annui particolarmente ampi. Solo le importazioni dalla Cina risultano in calo (-10,0%).

(Valentina Consiglio, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli