Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.331,96
    -4.314,75 (-9,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Italmopa: registro carico e scarico cereali norma inapplicabile

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 ott. (askanews) - L'industria molitoria nazionale è "fortemente contraria" alla istituzione di un registro telematico di carico e scarico cereali e sfarinati, facente parte del provvedimento "Granaio Italia", e della successiva definizione delle modalità attuative. Italmopa, associazione industriali mugnai d'Italia ha nuovamente espresso al ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Stefano Patuanelli la propria contrarietà.

Italmopa ha chiesto a Patuanelli un incontro urgente volto a concordare gli interventi correttivi alla norma. In caso contrario, l'associazione ritirerà, come primo segnale di disagio, la propria rappresentanza in seno alla Commissione Nazionale Sperimentale Grano Duro, fortemente voluta dal Mipaaf, e adotterà "qualsiasi altra iniziativa volta alla tutela della sopravvivenza delle aziende associate".

"Una norma tecnicamente inapplicabile - evidenzia Emilio Ferrari, presidente Italmopa - per le caratteristiche proprie dei processi di trasformazione, evidentemente non note al legislatore anche per via di una mancata preventiva interlocuzione con le categorie destinatarie del provvedimento".

"La disposizione legislativa - precisano i vice presidenti Italmopa Vincenzo Martinelli e Andrea Valente - risulta anche economicamente insostenibile: essa introduce, senza che sia stata predisposta una valutazione d'impatto, un nuovo complesso e pervasivo sistema di comunicazione dei flussi produttivi e commerciali dell'industria molitoria, peraltro già tutti noti alle amministrazioni competenti, che necessiterà di un adeguamento particolarmente oneroso delle strutture produttive. Deve essere chiaro che, senza significative modifiche, la norma determinerà sia l'interruzione parziale delle produzioni, fino al rischio di chiusura di molti impianti molitori, sia l'inevitabile ulteriore aumento dei prezzi di beni primari quali farine e semole".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli