Italia markets open in 1 hour 41 minutes
  • Dow Jones

    34.168,09
    -129,61 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.542,12
    +2,82 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    26.188,11
    -823,22 (-3,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1222
    -0,0023 (-0,20%)
     
  • BTC-EUR

    32.042,34
    -1.762,68 (-5,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    818,00
    -37,81 (-4,42%)
     
  • HANG SENG

    23.680,35
    -609,55 (-2,51%)
     
  • S&P 500

    4.349,93
    -6,52 (-0,15%)
     

Ivan Cattaneo, la confessione

·1 minuto per la lettura
Ivan Cattaneo
Ivan Cattaneo

Ivan Cattaneo, cantuatore e pittore bergamasco, ha raccontato un dramma adolescenziale che lo ha segnato per tutta la vita. A 13 anni è stato chiuso in manicomio per via della sua omosessualità.

Ivan Cattaneo racconta la sua esperienza in diretta TV

Si è confessato durante il programma televisivo “Oggi è un altro giorno“, condotto da Serena Bortone. Ivan Cattaneo ha raccontato di aver detto alla madre di voler diventare donna quando aveva solo 13 anni. La donna, preoccupata lo ha fatto visitare prima dal medico della mutua e doo quella visita, poi, è stato chiuso in manicomio. Cattaneo non ha però condannato la madre, in quanto, come da lui definita, era una “donna di paese” e non sapeva cosa fare.

Ivan Cattaneo ricorda il manicomio

Il suo ricordo legato al manicomio è trasparente e non riesce a rimuoverlo dalla propria testa. Ivan Cattaneo ricorda ogni odore nauseabondo di quel posto e tutto ciò che gli facevano o che gli facevano fare. Nel suo racconto in diretta TV, Cattaneo, ha ricordato di una volta che gli hanno applicato degli elettrodi e del grande dolore che ha provato.

La risposta di Ivan Cattaneo ai quesiti della psichiatra

Un ricordo di Cattaneo è anche quello della sua psichiatra, che ha raccontato come fosse “avanti” rispetto al pensiero dell’epoca. Gli veniva chiesto spesso come mai volesse diventare donna e non stilista o parrucchiera. La risposta che Ivan Cattaneo si è dato alle domande della psichiatra è stata che “a 13 anni mi ero innamorato di un ragazzo, ma all’epoca avevo letto sui giornali che questi omosessuali, definiti “mostri”, per innamorarsi e curare la loro imperfezione, dovevano diventare donne“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli