Italia markets open in 1 hour 53 minutes
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.374,01
    +208,42 (+0,80%)
     
  • EUR/USD

    1,1906
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    15.843,12
    -183,85 (-1,15%)
     
  • CMC Crypto 200

    373,81
    +4,06 (+1,10%)
     
  • HANG SENG

    26.685,09
    +96,89 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

Ivass: assicurazioni aumentano gli impieghi in titoli di Stato

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 26 ott. (askanews) - Nel primo semestre dell'anno le compagnie assicurative hanno aumentato gli impieghi in titoli di Stato e in obbligazioni con una migliore classe di rating. Lo rileva l'Ivass nel bollettino Solvency II, sottolineando che l'incidenza dei titoli di Stato sugli investimenti complessivi passa dal 52,7% di gennaio-giugno del 2019 al 52,9% dei primi sei mesi del 2020. Nello stesso periodo è in leggero calo l'incidenza delle obbligazioni societarie (dal 20% al 19,7%) e in crescita quella delle quote di Oicvm (dal 12,2% al 13%). Le riserve tecniche, spiega l'Istituto di vigilanza sulle assicurazioni, sono riferite per il 94% ai rami vita e per il restante 6% ai rami danni. Le riserve relative alle polizze index e unit linked (ramo III) sono cresciute del 6,8% mentre quelle with profit (ramo I) del 6,3%. Nei rami danni, invece, le riserve tecniche per i rami Rc auto e Rc generale si sono ridotte rispettivamente del 7,2% e del 5,1%, mentre quelle relative alle coperture incendio e protezione del reddito segnano un aumento del 3% e del 3,9%. "Il rapporto - aggiunge l'Ivass - tra fondi propri e il requisito patrimoniale di solvibilità individuale Scr (Solvency capital requirement) delle imprese italiane è pari a 211% (era 218% a giugno del 2019). La quasi totalità degli attivi a copertura dell'Scr è rappresentata da attivi di migliore qualità (Tier 1 e Tier 2). Il peso degli elementi di minore qualità (Tier 3) è pari allo 0,9%, nettamente inferiore al 15% ammesso dalla normativa".