Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.547,07
    +1.159,68 (+2,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Ivass: per l’Arbitro assicurativo numerosi ricorsi in arrivo

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 apr. (askanews) - Saranno "numerosi" i ricorsi all'Arbitro delle controversie assicurative da parte dei clienti delle compagnie. Lo ha affermato il segretario generale dell'Ivass, Stefano De Polis, secondo cui "tenuto conto della conflittualità in alcuni rami del settore assicurativo e del contenzioso oggi esistente (solo nel ramo Rc auto a fine 2019 erano pendenti 221.453 cause civili e penali), pur considerando che l'Arbitro non potrà essere adito per controversie di rilevante importo, l'Ivass stima che dal solo settore Rca potrebbero venire non meno di 5mila ricorsi l'anno".

"Stiamo lavorando - ha sottolineato De Polis intervenendo a un webinar organizzato dall'università di Salerno - per fare dell'Arbitro assicurativo uno strumento per una tutela rapida ed efficace di controversie in ambito assicurativo. Da parte nostra l'impegno è stato e sarà massimo per costruire un sistema efficiente, cui continueremo ad affiancare tutte le altre frecce di cui il nostro arco dispone per 'ridurre alla fonte' il contezioso".

"Penso - ha spiegato il segretario dell'authority di vigilanza - agli interventi sul piano dell'educazione assicurativa per consentire ai consumatori scelte consapevoli e informate; a quelli in tema di semplificazione dei contratti e rafforzamento della chiarezza delle condizioni contrattuali e infine alla qualità della governance dei prodotti assicurativi, che richiede a imprese e intermediari di immettere sul mercato prodotti pensati per rispondere appieno alle esigenze della clientela".

"Siamo convinti - ha aggiunto De Polis - che occorra mettere in campo una articolata politica di tutela della clientela volta a rafforzare la fiducia, vero asset strategico anche per lo sviluppo del settore assicurativo, a vantaggio di una migliore gestione dei rischi della vita e delle attività di famiglie e imprese".