Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    39.999,01
    -1.076,83 (-2,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Ivass: polizze assicurative false, boom vendite online nel 2020

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 gen. (askanews) - La vendita online di polizze assicurative false "ha avuto una impennata nel 2020, anche per il maggiore tempo passato dai cittadini sul web durante i mesi più duri dell'emergenza sanitaria". Lo afferma l'Ivass nella sua newsletter, sottolineando che l'anno scorso ha segnalato "ben 241 siti irregolari rispetto ai 168 individuati nel 2019 e ai 150 nel periodo 2017-2018". "Una crescita - spiega l'Istituto di vigilanza sulle assicurazioni - che preoccupa parecchio perchè fa leva sui comportamenti e sulle vulnerabilità degli utenti. La truffa colpisce prevalentemente il settore delle polizze Rc auto perchè queste sono obbligatorie, sono percepite come costose e sono semplici da acquistare via web". "Gli utenti che ne cadono vittime - secondo l'authority - sono cittadini che cercano di risparmiare sui costi della polizza, spesso anche giovani, abituati a navigare e a interagire su internet. Il costo della polizza offerta dal truffatore è di solito contenuto, si parla in media di poche centinaia di euro per una polizza annuale e 40-50 euro al giorno per le cosiddette 'coperture temporanee', e questo fa abbassare le difese dell'utente: c'è la buona notizia del risparmio e c'è una maggiore propensione al rischio perchè è in gioco una somma di denaro non elevata". I siti che offrono queste polizze "usano loghi e immagini del tutto simili a quelli di compagnie assicurative note sul mercato. Quindi giocano molto sull'inganno visivo. Ci sono anche veri e propri furti di identità a carico di compagnie, agenti e broker regolarmente operativi. In genere circa il 70% dei siti fake sparisce dal web nel giro di qualche giorno dal momento in cui l'Ivass ne dà informazione pubblica e all'autorità inquirenti. Purtroppo però ne rinascono presto di nuovi". "Il giro d'affari - aggiunge l'Ivass - è elevato e non facilmente quantificabile. I consumatori non sanno di avere in mano una polizza falsa fino a quando non subiscono un controllo o fanno un incidente". Glv