Italia Markets open in 6 hrs 2 mins

Ivass: su polizze vita dormienti attuare piano entro settembre

Red/Men

Roma, 3 gen. (askanews) - Proseguono le iniziative dell'Ivass a tutela dei consumatori per la riduzione del fenomeno delle polizze vita dormienti.

Le polizze vita "dormienti" sono polizze che, pur avendo maturato un diritto al pagamento del capitale assicurato, non sono state pagate dalle imprese di assicurazione e giacciono in attesa della prescrizione. Può trattarsi di polizze per il caso di morte dell'assicurato della cui esistenza i beneficiari non erano a conoscenza o di polizze cosiddette "di risparmio" che, giunte alla scadenza, non sono state riscosse dagli interessati per vari motivi.

I diritti derivanti dalle polizze vita si prescrivono in 10 anni dalla data dell'evento: decesso dell'assicurato e/o scadenza del contratto.

L'autorità di vigilanza sul comparto assicurativo, facendo seguito alla lettera inviata alle compagnie lo scorso 29 dicembre, "suggerisce alle imprese alcune linee d'azione per migliorare i processi di verifica dei decessi e per l'identificazione dei beneficiari delle polizze vita e chiede di adottare, entro il 1° aprile 2018, un piano d'azione contenente le iniziative che si intendono adottare da attuarsi entro il 30 settembre 2018", è scritto nella nota dell'Ivass.

Inoltre viene chiesto alla compagnie assicurative di rendere disponibile sul sito web delle imprese un punto di contatto per evadere le richieste di informazioni dei possibili beneficiari sulla esistenza di polizze vita a loro favore; di proseguire, attraverso incroci e verifiche ad hoc, allo "smontamento" delle polizze potenzialmente dormienti emerse dalla indagine.

L'Ivass ha allegato anche un template in formato Excel su cui le compagnie sono chiamate ad inserire le informazioni. (segue)