Italia markets close in 2 hours 31 minutes
  • FTSE MIB

    19.042,59
    -43,36 (-0,23%)
     
  • Dow Jones

    28.210,82
    -97,97 (-0,35%)
     
  • Nasdaq

    11.484,69
    -31,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • Petrolio

    40,13
    +0,10 (+0,25%)
     
  • BTC-EUR

    10.876,02
    +1.546,62 (+16,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    259,51
    +14,62 (+5,97%)
     
  • Oro

    1.907,40
    -22,10 (-1,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1834
    -0,0032 (-0,27%)
     
  • S&P 500

    3.435,56
    -7,56 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    24.786,13
    +31,71 (+0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.168,39
    -12,31 (-0,39%)
     
  • EUR/GBP

    0,9025
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CHF

    1,0721
    -0,0010 (-0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,5558
    -0,0022 (-0,14%)
     

J.P. Morgan: servono portafogli “agili” per fronteggiare l’incertezza attuale

Antonio Cardarelli
·3 minuti per la lettura
J.P. Morgan: servono portafogli “agili” per fronteggiare l’incertezza attuale
J.P. Morgan: servono portafogli “agili” per fronteggiare l’incertezza attuale

Lo scenario principale di J.P. Morgan Asset Management resta sostanzialmente positivo, ma il futuro dell’industria del risparmio gestito passerà per investimenti ingenti nella tecnologia

Investire nella tecnologia oggi per diventare i vincitori di domani. È stato questo il messaggio principale di George Gatch, CEO di J.P. Morgan Asset Management, durante l’apertura dell’International Media Summit che quest’anno, ovviamente, si è tenuto virtualmente. In primo piano, nell’analisi di Gatch, c’è la trasformazione provocata dalla pandemia di Covid-19 che “ha alzato l’asticella per tutta l’industria del risparmio gestito”.

MOMENTO CRUCIALE

Secondo Gatch, infatti, le scelte che i gestori compiono oggi plasmeranno l’intera industria per i prossimi dieci anni e la tecnologia trasformerà completamente il settore degli investimenti. Tuttavia, pur essendo stato uno shock profondo e inatteso, la pandemia porta con sé nuove e interessanti opportunità di crescita per l’asset manager, e in particolare per quelli “ben posizionati”. Ma il salto di qualità dell’industria avverrà solo offrendo nuovi servizi ai clienti, andando a capire per tempo quali sono i loro bisogni e soprattutto migliorando nell’ambito della trasparenza e della capacità di fornire insight significativi a corredo delle strategie di investimento.

TECNOLOGIA IMPRESCINDIBILE

Soffermandosi poi sulla tecnologia, Gatch ha ricordato gli importanti investimenti effettuati negli ultimi anni da J.P. Morgan Asset Management per mettere a punto le nuove piattaforme SPECTRUM (Portfolio Management), MORGAN (Client Portfolio Analytics & Insight) e NEWTON (Risk Management). Ma la strategia del futuro sarà basata principalmente sulla sostenibilità, che per J.P. Morgan AM si basa su quattro pilastri principali: engagement aziendale, data e ricerca, prodotti e soluzioni e sull’integrazione dei criteri ESG in tutta la piattaforma di investimento proprietaria. Infine, Gatch ha sottolineato come la strategia di sviluppo della società passerà per la crescita in mercati come Asia (Cina in particolare), Messico, Cile e America Latina in generale: aree che presentano tassi di crescita semplicemente “troppo grandi per essere ignorati”.

WARD: SERVONO PORTAFOGLI AGILI

A fare il punto sugli scenari di mercato è stata Karen Ward, Chief Market Strategist EMEA, che si è soffermata in particolare sulla necessità di avere a disposizioni portafogli “agili” per navigare nell’incertezza dominante. Un’incertezza dettata sicuramente dall’andamento della pandemia, ma anche da altri elementi come le elezioni Usa e le trattative per la Brexit. Secondo Ward i mercati possono subire cambiamenti repentini, con un’inversione di ruoli tra vincitori e vinti, e per questo è fondamentale poter contare su un equilibrio in grado di contrastare i rischi di coda.

SCENARIO ABBASTANZA POSITIVO

In attesa di un vaccino, e pur sottolineando la grande risposta a livello globale di banche centrali e governi, Ward ha messo in guardia dalla possibilità di uno scenario di downside con un aumento dell’inflazione che, a catena, porterebbe a politiche meno incisive, aumento smisurato del debito pubblico, austerità e infine alla stagflazione. Tuttavia, la stessa Ward ha illustrato anche uno scenario positivo che, grazie a una crescita ulteriore del settore tecnologico, culmina in una ripresa che favorisce l’approccio value e i mercati emergenti. “Il nostro scenario – ha concluso Karen Ward – è abbastanza positivo, ma è fondamentale avere portafogli equilibrati e agili”.