Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.709,56
    -254,37 (-0,98%)
     
  • Dow Jones

    34.584,88
    -166,44 (-0,48%)
     
  • Nasdaq

    15.043,97
    -137,96 (-0,91%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,71 (+0,58%)
     
  • Petrolio

    71,96
    -0,65 (-0,90%)
     
  • BTC-EUR

    41.157,86
    +625,89 (+1,54%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.193,48
    -32,05 (-2,62%)
     
  • Oro

    1.753,90
    -2,80 (-0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1732
    -0,0040 (-0,34%)
     
  • S&P 500

    4.432,99
    -40,76 (-0,91%)
     
  • HANG SENG

    24.920,76
    +252,91 (+1,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.130,84
    -39,03 (-0,94%)
     
  • EUR/GBP

    0,8535
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,0927
    +0,0013 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4966
    +0,0044 (+0,29%)
     

James Blunt: «Ho preso il Covid due settimane prima del mio concerto»

·1 minuto per la lettura

James Blunt è stato colpito dal Covid-19 a sole due settimane dal suo atteso ritorno sul palco.

Il cantante si è esibito per la prima volta dopo oltre un anno e mezzo a Bournemouth, il 22 luglio, e il giorno successivo al Royal Albert Hall di Londra.

Tuttavia gli spettatori hanno notato che l’artista, reduce da giorni di battaglia contro il coronavirus, continuava a tossire con una certa frequenza durante lo spettacolo.

«Dopo un anno e mezzo, l’unico impegno che avevo sulla mia agenda era lo show al Royal Albert Hall e due settimane prima ho avuto il Covid», ha dichiarato alla folla, come riporta il The Sun. «Sono stato piuttosto bene. L’ho trasmesso a due membri della mia band e due della crew».

Il 47enne, che aveva ricevuto soltanto una dose di vaccino, è stato talmente male tanto che il suo medico gli ha prescritto dei farmaci molto potenti per combattere i sintomi.

«Avevo avuto solo una dose e pensavo che sarei stato bene, ma alla fine il Covid è arrivato ai polmoni e, non so se si sente, ma la mia voce quando parlo è un disastro».

James è riuscito comunque a terminare lo show, in cui ha cantato alcune delle sue hit come «Bonfire Heart» e «1973».

L’artista tornerà sul palco il prossimo anno per un mini-tour, a supporto del suo album «The Stars Beneath My Feet», una raccolta dei suoi più grandi successi in uscita a novembre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli