Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.884,13
    +873,20 (+3,12%)
     
  • EUR/USD

    1,1945
    +0,0020 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    27.327,93
    -37,02 (-0,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    775,33
    -18,99 (-2,39%)
     
  • HANG SENG

    28.309,76
    -179,24 (-0,63%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     

JFK e le lettere all'amante

·1 minuto per la lettura

Verranno messe all'asta a Boston la settimana prossima, e si calcola che frutteranno 30mila dollari, le lettere private scritte da John Kennedy alla nobildonna svedese che fu sua amante negli anni Cinquanta e per la quale aveva invano chiesto al padre il permesso di divorziare da Jackie. Come si legge sul Messaggero, queste nuove missive vanno a completare le altre 11 messe all'asta anni fa dopo la morte della donna, Gunilla von Post, nel 2011. L'insieme conferma quello che Gunilla scrisse nel 1997 in un libro-ricordo dedicato alla relazione, 'Love, Jack'. La coppia si era incontrata tre settimane prima che John e Jackie scambiassero gli anelli in una favolosa cerimonia nel settembre del 1953. Kennedy, allora era senatore del Massachusetts.

Nelle sue memorie Gunilla ricorda che passarono una notte a ballare e a camminare sulla spiaggia e che la serata si concluse con un bacio: "Se solo ti avessi incontrato un po' prima, avrei cancellato il matrimonio". Rimasero comunque in contatto ma passeranno due anni prima di rivedersi, quando John riuscirà a fare un viaggio in Svezia, dove lei lo "rubò per una intera settimana".

In quell'occasione Kennedy le chiese di "rinunciare a tutto e trasferirsi a New York". Lei però pose una condizione: sarebbe andata, ma solo come futura moglie. A questo punto, siamo nel 1956, John avrebbe chiesto al padre di divorziare da Jackie, ma il padre gli negò il suo consenso ma il padre gli negò il suo consenso e gli spiegò che un divorzio avrebbe rovinato le sue speranze di diventare presidente.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli