Italia markets close in 3 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    24.073,83
    -379,10 (-1,55%)
     
  • Dow Jones

    33.587,66
    -681,50 (-1,99%)
     
  • Nasdaq

    13.031,68
    -357,75 (-2,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.448,01
    -699,50 (-2,49%)
     
  • Petrolio

    64,61
    -1,47 (-2,22%)
     
  • BTC-EUR

    41.109,71
    -5.885,76 (-12,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.338,65
    -225,18 (-14,40%)
     
  • Oro

    1.816,00
    -6,80 (-0,37%)
     
  • EUR/USD

    1,2089
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    4.063,04
    -89,06 (-2,14%)
     
  • HANG SENG

    27.718,67
    -512,37 (-1,81%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.947,43
    +1,37 (+0,03%)
     
  • EUR/GBP

    0,8608
    +0,0022 (+0,25%)
     
  • EUR/CHF

    1,0959
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4663
    +0,0021 (+0,14%)
     

Johnson meglio di Biden, quest’anno il Pil inglese crescerà più di quello americano

Antonio Cardarelli
·2 minuto per la lettura
Johnson meglio di Biden, quest’anno il Pil inglese crescerà più di quello americano
Johnson meglio di Biden, quest’anno il Pil inglese crescerà più di quello americano

Secondo l'ultima stima di Goldman Sachs il Regno Unito può mettere a segno un aumento del 7,8% nel 2021, più degli Usa e molto meglio rispetto alle previsioni per l’Unione europea

L’economia britannica è pronta a sorprendere tutti con una poderosa accelerata che le permetterà di crescere più della locomotiva americana. A dirlo è Goldman Sachs, che in una nota vede il Pil del Regno Unito in crescita del 7,8% nel 2021, meglio addirittura degli Stati Uniti.

SORPASSO SUGLI USA

La previsione di Goldman Sachs è molto più positiva rispetto al 5,3% di crescita del Pil inglese stimata dal Fondo Monetario Internazionale. Ma la sorpresa più grande arriva dalla possibile crescita maggiore rispetto agli Usa. L’ultimo aggiornamento di Goldman Sachs sul Pil americano è di metà aprile, con una stima di +7,2%, quindi inferiore al +7,8% del Regno Unito. Nello stesso documento, il Pil inglese veniva visto in crescita del 7,1%, mentre per l’area Euro si parlava di un +5,1%.

CAMPAGNA VACCINALE RAPIDA

A spingere verso la crescita record l’Inghilterra e l’intero Regno Unito è soprattutto la rapidità della campagna vaccinale anti Covid-19. Secondo i dati di ourworldindata.com, nel Regno Unito il 49% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino, meglio ha fatto solo Israele con il 62%. Ciò ha portato alla pianificazione in anticipo della riapertura delle attività economiche, con la simbolica riapertura dei pub e degli stadi. Negli Usa la quota di vaccinati con almeno una dose è del 41%, mentre in Italia siamo ancora poco sotto il 20%.

RICONQUISTATO IL QUINTO POSTO MONDIALE

Secondo le stime del Fondo Monetario Internazionale, complice anche le difficoltà dell’economia indiana alle prese con una pesante ondata di contagi, il Regno Unito nel 2020 ha già riconquistato lo scettro di quinta potenza economica mondiale. E ora, dopo essere finito nel mirino di molti analisti economici e politici per una risposta al virus che sembrava poco efficace, Boris Johnson si prepara a brindare a una crescita strepitosa del Pil nel 2021. Con il lusso di poter guardare Usa e Unione europea dallo specchietto retrovisore.