Italia markets close in 3 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    25.228,23
    +141,68 (+0,56%)
     
  • Dow Jones

    35.058,52
    -85,79 (-0,24%)
     
  • Nasdaq

    14.660,58
    -180,14 (-1,21%)
     
  • Nikkei 225

    27.581,66
    -388,56 (-1,39%)
     
  • Petrolio

    71,97
    +0,32 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    34.393,21
    +2.119,00 (+6,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    950,87
    +74,64 (+8,52%)
     
  • Oro

    1.796,90
    -2,90 (-0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1809
    -0,0017 (-0,14%)
     
  • S&P 500

    4.401,46
    -20,84 (-0,47%)
     
  • HANG SENG

    25.473,88
    +387,45 (+1,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.090,02
    +25,19 (+0,62%)
     
  • EUR/GBP

    0,8514
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,0802
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4843
    -0,0048 (-0,32%)
     

J.P. Morgan migliora le stime per l'S&P 500: quota 4.600 punti entro fine anno

·2 minuto per la lettura
J.P. Morgan migliora le stime per l'S&P 500: quota 4.600 punti entro fine anno
J.P. Morgan migliora le stime per l'S&P 500: quota 4.600 punti entro fine anno

Il responsabile dell'azionario Usa della grande banca ritiene eccessivi i timori per l'aumento dei contagi e vede una ripresa economica ancora inespressa a livello globale

Nonostante la crescita dei contagi e il sell-off registrato ieri, JP Morgan continua a essere positiva sull'andamento dell'S&P 500 e migliora le proprie stime per il principale indice americano. Secondo gli strategist della grande banca, infatti, entro fine anno l'S&P 500 toccherà quota 4.600 punti, 200 in più rispetto all'ultima previsione di 4.400 punti. Il rialzo, in pratica, sarebbe di poco superiore all'8%.

TIMORI ESAGERATI

"Rimaniamo costruttivi sulle azioni e riteniamo i recenti timori di crescita e rallentamento prematuri e esagerati", ha detto Dubravko Lakos-Bujas, head of U.S. equity strategist di JP Morgan. Secondo l'analisi della banca americana, il ciclo economico non ha ancora raggiunto il picco, quindi le azioni hanno ancora strada da fare soprattutto nel Regno Unito e in Asia. Ma anche Wall Street ha ancora delle carte da giocare, come dimostra il miglioramento della stima per il 2021.

STRONG BUYS SUI BENI DI CONSUMO

Ovviamente JP Morgan segue con grande attenzione l'aumento dei contagi provocato dalla variante Delta, ma il fatto che i ricoveri ospedalieri siano ancora bassi e stabili grazie ai vaccini fa ben sperare. Per quanto riguarda i settori, per JP Morgan beni di consumo, semiconduttori, banche ed energia sono "strong buys" anche perché le valutazioni sono vantaggiose e in alcuni casi a livello di giugno 2020, quando l'incertezza era praticamente totale.

ATTENZIONE AI SEMICONDUTTORI

Lakos-Bujas ritiene il calo dei rendimenti obbligazionari un rischio per il mercato, ma nella seconda metà del 2021 questi ultimi dovrebbero tornare a normalizzarsi. Tornando poi alle azioni, lo strategist di JP Morgan vede ancora valore inespresso nei titoli legati al segmento dei semiconduttori, che secondo l'analisi del team si trova solo al 30-40% del ciclo di crescita ed entro l'anno migliorerà nettamente gli utili.

ALTRE NEWS DI FINANCIALOUNGE.COM:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli