Italia markets open in 7 hours 16 minutes
  • Dow Jones

    33.970,47
    -614,41 (-1,78%)
     
  • Nasdaq

    14.713,90
    -330,06 (-2,19%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,75 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1730
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    36.473,62
    -4.094,65 (-10,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.076,57
    -57,81 (-5,10%)
     
  • HANG SENG

    24.099,14
    -821,62 (-3,30%)
     
  • S&P 500

    4.357,73
    -75,26 (-1,70%)
     

Juve, Allegri cambia ruolo a Bentancur e non gli garantisce un posto da titolare

·2 minuto per la lettura

A soli 24 anni, Rodrigo Bentancur sta iniziando la sua sesta stagione alla Juventus. In scadenza di contratto nel 2024, l'uruguaiano ex Boca Juniors è uno dei giocatori che sono da più tempo presenti nella rosa bianconera, un giovane 'veterano'. A Torino, con tre diversi allenatori (Allegri, Sarri e Pirlo), Bentancur ha sempre avuto un rendimento altalenante, alternando cose buonissime a svarioni preoccupanti. Con il ritorno di Allegri, l'uruguaiano ritrova un allenatore che lo conosce bene, che lo stima e che lo ha fatto esordire in Serie A e in Champions League, ma che paradossalmente, a differenza di Sarri e Pirlo, potrebbe anche non considerarlo un titolare fisso.

NON E' UN PLAY - Nel suo intervento fiume ai microfoni di Sky, a marzo, da parte di Allegri ci fu una netta stroncatura del modo in cui il centrocampista uruguaiano veniva utilizzato in quel momento alla Juventus. "A mio parere non può giocare davanti alla difesa. Può giocarci una partita, ma non di più. Rodrigo è bravissimo, ma davanti alla difesa ha un tempo di gioco 1-3: stoppa, guarda e poi passa". Per Allegri, Bentancur non è un giocatore da Juve nel ruolo di play davanti alla difesa, compito che tante volte gli è stato assegnato da Pirlo (e qualche volta anche da Sarri). I tempi di gioco di Bentancur sono troppi e troppo lenti, tanto più se al suo fianco vengono schierati giocatori come Arthur o Rabiot, che certo non hanno la velocità e la verticalizzazione del gioco fra le loro caratteristiche migliori. Sia con Sarri (a Verona ad esempio) che con Pirlo (a Oporto), Bentancur ha commesso gravi errori in fase di impostazione del gioco come primo centrocampista davanti alla difesa.

RISERVA - Con Allegri le cose cambiano, tanto è vero che fra gli obiettivi di mercato indicati dal tecnico livornese alla Juve ci sono Miralem Pjanic e Manuel Locatelli. L'ideale, per Allegri, sarebbe averli entrambi, l'uno di fianco all'altro. A quel punto, nel centrocampo titolare dei bianconeri (ipotizzandolo a tre), resterebbe un posto, per il quale il favorito sarebbe Rabiot. McKennie, Bentancur e Arthur sarebbero le riserve, con Ramsey in uscita (sempre che si trovi qualcuno disposto ad accollarsi l'oneroso ingaggio da 7 milioni a stagione).

Segui tutte le partite di Serie A TIM della Juventus su DAZN. Attiva ora!

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli