Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    45.652,45
    -6.285,81 (-12,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Juventus -8% in Borsa dopo l’eliminazione dalla Champions League

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 mar. (askanews) - Costa cara alla Juventus l'eliminazione agli ottavi di Champions League, arrivata ieri sera ai supplementari contro il Porto dopo l'inutile vittoria per 3 a 2 allo Stadium di Torino. A Piazza Affari i bianconeri perdono l'8%, con il prezzo del titolo che a fine seduta scende sotto la soglia degli ottanta centesimi per azione (0,79 euro). La Juventus è stata tutto il giorno sotto pressione: è passato di mano più dell'1,6% del capitale, con 22 milioni di contratti chiusi oggi contro una media di 3 milioni al giorno degli ultimi tre mesi.

L'eliminazione dalla Champions League arriva pochi giorni dopo l'approvazione della semestrale 2020-2021 che il 25 febbraio ha certificato una perdita di 113,7 milioni di euro per la prima parte della stagione in corso (contro i -50 milioni del '19-'20). A incidere sui conti del club guidato da Andrea Agnelli minori ricavi (258,3 milioni, -19,9% in un anno) e maggiori costi operativi (263,4 milioni, +1%). L'indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2020 è a 357,8 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 385,2 milioni al 30 giugno 2020.