Italia markets open in 6 hours 54 minutes
  • Dow Jones

    30.924,14
    -345,95 (-1,11%)
     
  • Nasdaq

    12.723,47
    -274,28 (-2,11%)
     
  • Nikkei 225

    28.556,68
    -373,43 (-1,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1965
    -0,0014 (-0,12%)
     
  • BTC-EUR

    39.274,62
    -3.111,89 (-7,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    937,75
    -49,46 (-5,01%)
     
  • HANG SENG

    29.236,79
    -643,63 (-2,15%)
     
  • S&P 500

    3.768,47
    -51,25 (-1,34%)
     

Juventus-Bologna: dal dubbio Chiesa alle varianti tamponi. Le ultime dopo la vittoria in Supercoppa

Mattia Gruppioni
·2 minuto per la lettura

Nemmeno il tempo di festeggiare la vittoria della Supercoppa Italiana per Andrea Pirlo ed i suoi ragazzi, che domenica 24 gennaio sfideranno tra le mura amiche il Bologna di Sinisa Mihajlovic. I bianconeri sono attesi da un'ulteriore prova di forza e maturità, per dar continuità all'ottima prova di carattere offerta contro il Napoli e rilanciarsi quindi anche in campionato, dovendo però fare i conti con qualche possibile infortunio e sperare in recuperi lampo.

Partendo dalla retroguardia, infatti, l'ancora presente positività al Covid-19 da parte di De Ligt ed Alex Sandro, aggiunta all'infortunio di Merih Demiral, occorso proprio alla vigilia del match di Supercoppa, costringono Pirlo alla conta degli uomini a disposizione: se da una parte il recupero in extremis di Cuadrado ha rivitalizzato le sorti difensive, e non solo, della Vecchia Signora, va detto che Giorgio Chiellini, per quanto generoso, difficilmente potrà essere riproposto titolare per la quarta volta consecutiva in 11 giorni. Ecco quindi che, contro il Bologna, il tecnico juventino potrebbe pensare a Dragusin, giovane centrale difensivo già visto quest'anno, in coppia con Bonucci, anche lui forse necessitante di riposo; ai lati della difesa, invece, pronti Cuadrado e Danilo, con la possibilità di riposo anche per Szczesny, che potrebbe lasciar spazio a Buffon. Il tutto nella speranza che De Ligt ed Alex Sandro possano emulare il recupero di Cuadrado, anche alla vigilia del match stesso, o che Demiral, in seguito ad accertamenti, possa farcela.

Federico Chiesa in contrasto | MIGUEL MEDINA/Getty Images
Federico Chiesa in contrasto | MIGUEL MEDINA/Getty Images

Anche in mediana la situazione non è delle più rosee: se da una parte la coppia Bentancur-Arthur sembra aver finalmente dato equilibrio e certezze ai bianconeri, è l'esterno destro del campo il settore che potrebbe preoccupare Pirlo: Chiesa, infatti, è uscito all'intervallo della sfida col Napoli per un piccolo problema alla caviglia e sarà da valutare in questi giorni. Non dovesse farcela, spazio ad uno tra Kulusevski e Bernardeschi sulla destra, se non addirittura ad Aaron Ramsey, con lo slittamento dell'ex Fiorentina a sinistra. Ma comunque, in linea di massima, Pirlo può ritenersi tutto sommato coperto sulle corsie laterali, disponendo anche di McKennie all'occorrenza.

Paulo Dybala a terra dolorante nella sfida contro il Sassuolo | Jonathan Moscrop/Getty Images
Paulo Dybala a terra dolorante nella sfida contro il Sassuolo | Jonathan Moscrop/Getty Images

Infine, sembra ormai impossibile il recupero di Paulo Dybala. La Joya, in infermeria per una lesione al legamento collaterale mediale procuratosi contro il Sassuolo, salterà certamente anche questa giornata, potendo contare sul suo rientro soltanto a fine mese. Da centravanti, accanto a Cristiano Ronaldo, fresco fresco di record, ecco il ritorno da titolare in campionato di Alvaro Morata, anche lui a segno in finale contro il Napoli.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.