Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.801,75
    +60,60 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.253,40
    +26,69 (+0,18%)
     
  • Nikkei 225

    29.106,01
    +505,60 (+1,77%)
     
  • EUR/USD

    1,1601
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • BTC-EUR

    53.754,11
    -939,16 (-1,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.501,24
    -3,91 (-0,26%)
     
  • HANG SENG

    26.038,27
    -93,76 (-0,36%)
     
  • S&P 500

    4.581,14
    +14,66 (+0,32%)
     

Kamala Harris racconta le sue supereroine in un nuovo libro per bambini

·3 minuto per la lettura

Donna, asio-americana e vicepresidente degli Stati Uniti. Prima dell'avvento di Kamala Harris alla Casa Bianca, non avremmo mai immaginato di arrivare a leggere queste tre parole insieme nella stessa frase, tante sono le barriere e gli stereotipi che l'avvocatessa di Oakland ha dovuto infrangere per riuscire a essere eletta braccio destro di Joe Biden. Da molti considerata un simbolo di riscatto, per le decine di bambini che le scrivono ogni giorno Kamala è una supereroina. E proprio al pubblico di giovanissimi fan che seguono le sue imprese e la incoraggiano attraverso lettere e disegni, la senatrice ha pensato di dedicare un libro dal titolo Siamo tutti supereroi (edito da Mondadori).

Pubblicato in Usa nel 2019, quando Biden non aveva ancora vinto le elezioni, a distanza di quasi due anni l'opera è balzata al primo posto in classifica tra i best seller del New York Times. Complice una fake news diffusa dal New York Post secondo cui copie del libro sarebbero state acquistate con i soldi dei contribuenti per essere distribuite nei pacchi di benvenuto riservati ai figli dei migranti provenienti dal confine con il Messico, notizia poi prontamente smentita dal Washington Post, il libro è tornato a essere uno dei più richiesti nelle librerie Usa. E a partire dal 28 settembre sarà disponibile anche in Italia con la traduzione di Loredana Baldinucci.

Nel libro Kamala si rivolge direttamente ai lettori più giovani e prova a raccontare cosa significa essere dei supereroi e com'è possibile riconoscerli nella propria vita. "Più veloci di un razzo! Più forti di un'onda nella tempesta! Più coraggiosi di un leone! I supereroi rendono sempre il mondo un posto migliore, in qualunque circostanza. Ogni volta che c'è un problema, arrivano proprio al momento giusto – spiega l'autrice nella prefazione –. Quando ero piccola, ero sicura che i supereroi fossero dappertutto, mescolati alle persone comuni, pronti a compiere il bene in un lampo. Ero decisa a scovarli, così ho cominciato la caccia al supereroe dal posto più vicino: casa mia".

Proprio tra le mura domestiche prende il via il racconto, che rievoca lo speciale rapporto con la madre Shyamala Gopalan, oncologa e ricercatrice indiana emigrata in Usa per cercare (e trovare) fortuna, che l'ha sempre incoraggiata e fatta sentire "amata, protetta e anche più forte": "Credeva in me, e questo mi ha aiutato a convincermi che potevo fare qualunque cosa". Un ruolo speciale è stato poi quello della sorella Maya, con cui Kamala ha condiviso ogni traguardo della propria vita e su cui ha sempre potuto contare, e quello di papà Donald, che le ha infuso coraggio.

Tra le pagine, illustrate da Mechal Renee Roe, trovano posto anche foto personali dell'autrice, ritratta insieme agli insegnanti e agli amici di una vita, oltre che accanto ai suoi nonni, che in India e Giamaica lottavano per i diritti dei più deboli, difendendo ciò che è giusto. Grata dell'amore di tutte queste persone, che "sono riuscite a rendere le persone attorno a loro un pochino più felici e il mondo intorno un po’ migliore", Kamala ripercorre le tappe fondamentali della sua vita attraverso quanti l'hanno aiutata a scoprire i propri superpoteri e a realizzare tutti i propri sogni. Perché non serve un mantello per essere un supereroe. Lo siamo tutti quando siamo noi stessi, nella nostra versione migliore, parola di Kamala.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli