Italia markets open in 6 hours 6 minutes
  • Dow Jones

    31.802,44
    +306,14 (+0,97%)
     
  • Nasdaq

    12.609,16
    -310,99 (-2,41%)
     
  • Nikkei 225

    28.707,50
    -35,75 (-0,12%)
     
  • EUR/USD

    1,1843
    -0,0010 (-0,08%)
     
  • BTC-EUR

    45.152,09
    +1.272,41 (+2,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.080,23
    +56,02 (+5,47%)
     
  • HANG SENG

    28.432,31
    -108,52 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    3.821,35
    -20,59 (-0,54%)
     

Keira Knightley non girerà più scene di sesso con un regista uomo. Ha ragione? SI - NO - FORSE

Di Monica Monnis
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Tim P. Whitby - Getty Images
Photo credit: Tim P. Whitby - Getty Images

From Cosmopolitan

Tra le nuove figure richieste a Hollywood anche il coordinatore d'intimità, ovvero una persona dello staff dedicata alle scene di sesso, con il compito di garantire che queste siano sempre "sicure e professionali" e soprattutto che agli attori venga sempre assicurata la libertà di dire no e di sentirsi sempre a proprio agio ("Si è trattato totalmente di mettere a proprio agio i nostri attori e assicurarci che si sentissero bene e stessero facendo solo quello che volevano, senza sentire pressioni nel spingersi oltre", le parole di Chris Van Dusen, creatore della serie evento Bridgerton ndr). Intimacy coordinators o meno, Keira Knightley ha deciso che non si presterà più a recitare in scene di sesso in film diretti da registi uomini. Capiamo meglio.

Photo credit: Marc Piasecki - Getty Images
Photo credit: Marc Piasecki - Getty Images

Ospite del podcast di Chanel Connects (per Metro), l'attrice inglese ha sentenziato che non accetterà copioni con scene di sesso se il regista del film in questione è un uomo. Una decisione maturata con il tempo e in particolare con le due maternità e presa "in parte per vanità" e in parte a causa dello "sguardo maschile" (e ci ritornano in mente le parole di Natalie Portman). In che senso? "Non mi interessa far parte di quelle orribili scene di sesso in cui sei tutto unto e tutti fanno versi", ha spiegato, "sono molto vanitosa e il mio corpo ha dato alla luce due figli, ad oggi. Semplicemente, preferisco non trovarmi nuda in mezzo ad un gruppo di uomini". Più chiaro di così.

Photo credit: Stephane Cardinale - Corbis - Getty Images
Photo credit: Stephane Cardinale - Corbis - Getty Images

Non è un veto assoluto, se la storia merita Keira è pronta a fare un'eccezione, come nel caso di un bel film incentrato sul "viaggio tra maternità e accettazione del corpo", ma sempre e comunque e solo davanti a un'altra donna. "Mi sento molto a disagio ora a dovermi atteggiare per attirare lo sguardo maschile", ha spiegato chiaramente. Negli scorsi mesi, in un’intervista al Financial Times, la Knightley aveva invece annunciato la decisione di rinunciare alle scene di nudo dopo la nascita delle due figlie, Edie, 5 anni e Delilah, 1, nate dal matrimonio con James Righton, seppur non rimpiangendo il passato ("Non ho mai fatto niente che mi facesse sentire a disagio”). Subito spiegato il perché: "Ho superato i trent’anni, ho due figlie, mi piace il mio corpo, ma non mi va più di mostrarlo sullo schermo", punto e a capo.