L’alta volatilità è arrivata

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
^GDAXI9.544,19-55,90

Partecipa all'incontro gratuito che si terrà Giovedì 24 Gennaio ore 14.00 dal titolo: FOREX MARKET MOVERS, (è necessaria solo l'iscrizione), apprenderai insieme a Renato Decarolis quale direzione potrà prendere la seduta in base ai dati macroeconomici in uscita. Analisi grafiche sui più importanti cross del Forex e sui maggiori indici azionari italiani ed esteri. Inoltre, saranno illustrate delle tecniche di trading e l’importanza delle correlazioni intermarket utili per chi opera intraday e per chi fa trading di posizione. Link per iscrizione! Volatilità ci si aspettava e volatilità è stata, soprattutto durante le ore della mattinata, dove abbiamo assistito a forti movimenti su eurodollaro, cable e dollaro yen, con chiare conseguenze anche sui cross valutari, che hanno mostrato buoni setup tecnici da poter essere seguiti. I casi più eclatanti riguardano due cross (cambi derivati dai cambi principali, chiamateci per saperne di più) che solitamente non consideriamo nelle nostre analisi giornaliere, ma che oggi meritano una menzione a causa del fatto che, date le decorrelazioni in atto sui mercati, questi cross possono offrire delle opportunità operative veramente interessanti. Stiamo parlando di GbpJpy e di EurGbp, che ieri hanno vissuto la volatilità portata su di essi dai cambi principali (EurGbp è dato da EurUsd diviso GbpUsd mentre GbpJpy è data da GbpUsd moltiplicato per UsdJpy) e che hanno mostrato dei quadri tecnici ribassisti molto validi anche dal punto di vista del risk reward. L’EurGbp ha formato una divergenza ribassista durante la mattinata, andando a completarla senza tornare in area di stop durante il pomeriggio, mentre la GbpJpy è partita a ribasso (sempre guardando un orario) sfruttando la media mobile a 21 periodi come resistenza dinamica sia durante il mattino, che durante il pomeriggio, offrendo nuove opportunità di vendita. E’ dunque il caso di, durante il processo che porta alla scelta dei cambi migliori sui quali operare per la giornata entrante, cominciare a guardare i grafici dei cross dopo aver visionato le major, in quanto essi possono offrire opportunità interessanti, soprattutto di fronte a mercati che continuano a mostrare un’alta volatilità attesa. La maggior parte dei cambi mostrano una lieve diminuzione su questa volatilità, pur rimanendo su valori molto sostenuti che suggeriscono ancora di pensare ad un’operatività in breakout. L’EurUsd mostra valori pari all’84%, UsdJpy all’88% ed il cable 97%. Gli unici fatti degni di nota per quanto concerne la giornata di ieri riguardano la pubblicazione dello ZEW tedesco, che ha battuto di gran lunga le attese degli analisti, passando da 6.9 a 31.5 (consensus 12%) e che ha portato all’inversione temporanea dei movimenti a ribasso su euro e Dax (Xetra: ^GDAXI - notizie) , cominciati nelle prime ore della mattina, per poi tornare a scendere con le quotazioni. Il dato sorprende, ha sorpreso anche noi e la reazione degli investitori confermano il nervosismo di fronte alla pubblicazione di dati importanti, disoccupazione e fiducia sopra tutti.

, EurUsd Buoni i livelli individuati sull’euro, che dopo aver resistito sotto 1.3375 è riuscito a raggiungere 1.3325 e, approfondendo sotto questo livello, ha raggiunto anche 1.3280 senza riuscire a rompere definitivamente i supporti. Ora ci troviamo di fronte ad una fase laterale che potrebbe portare ad aumenti di volatilità sotto 1.3300, con 1.3255 potenziale obiettivo, mentre sopra 1.3335 è possibile vedere il raggiungimento delle zone di resistenza viste ieri.

UsdJpy Il UsdJpy si sta mantenendo sotto la media mobile a 21 oraria, e si sta avvicinando alla zona di supporto individuabile su un grafico a 4 ore (media a 100) e punti precedenti. Crediamo che per assistere ad approfondimenti a ribasso occorra superare 87.70, con possibilità di ritorno sotto 87.50, mentre in caso di tenuta è possibile assistere a rimbalzi, per il momento non oltre 88.60.

EurJpy Sul movimento di UsdJpy con l’euro fermo, l’EurJpy sta scendendo molto bene durante queste prime ore del mattino. Ci avviciniamo alla possibilità di approfondire verso 116.50, livello dove si può pensare ad acquistare euro per il buon risk reward offerto dall’operazione, con target che non vanno oltre 117.50.

GbpUsd Buona anche l’operatività sul cable, che ha tenuto molto bene i livelli di resistenza passanti tra 1.5870 e 90, tornando a scendere verso i minimi, che però non sono stati rotti. 1.5800 rappresenta dunque un forte livello di supporto da valutare nel breve periodo e se esso dovesse saltare potrebbe portare al raggiungimento di 1.5750, livello che deciderà una discesa definitiva oppure una ripresa dei prezzi. Attenzione alla false rotture, che fino a quando non si supererà il livello di circa 15 punti possono essere sempre dietro l’angolo. Un ritorno sopra 1.5850 diviene necessario per assistere a tentativi di movimento verso 1.5880.

, AudUsd L’australiano dimostra che le correlazioni tra cambi non riguardano più, almeno per il momento, le commodity currencies. Sulla forte discesa dei mercati di ieri mattina esso si è mantenuto sopra 1.0550, per tornare sulle resistenze a 1.0580 (raggiunte la prima volta in mattinata sulla rottura rialzista di 1.0560, come indicato ieri). Durante la notte abbiamo assistito al superamento ribassista di 1.0540, che ha portato ad accelerazioni verso 1.0525, che ora rappresenta il livello principale da seguire e che se dovesse saltare, potrebbe portare verso la figura. In caso di sua tenuta dobbiamo attendere un superamento di 1.0560 per vedere tentativi verso 1.0600. XauUsd L’oro continua a mantenersi all’interno di un canale rialzista di breve periodo, che restituisce in 1,691.00 i supporti dinamici ed in 1,698.50 le resistenze (statiche e dinamiche). Possibilità di lavorare in laterale, tenendo conto che un superamento a ribasso di 1,689.50 potrebbe portare a liquidazioni verso 1,684.00, con 1,686.50 intermedio.

UsOil Il petrolio, dopo lo strappo rialzista di ieri, si trova a consolidare sopra la media a 21 periodi oraria e sotto 97.00. I minimi ed i massimi della notte possono essere sfruttati per prendere rotture di ampiezza pari alla congestione.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 23 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 23 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 23 apr 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 23 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.482,72 0,44% 05:24 CEST

Ultime notizie dai mercati