Italia markets close in 2 hours 38 minutes
  • FTSE MIB

    25.741,15
    +23,73 (+0,09%)
     
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,40 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,12 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    29.161,80
    +213,07 (+0,74%)
     
  • Petrolio

    71,61
    +0,70 (+0,99%)
     
  • BTC-EUR

    32.594,77
    +2.667,86 (+8,91%)
     
  • CMC Crypto 200

    981,63
    +39,81 (+4,23%)
     
  • Oro

    1.850,50
    -29,10 (-1,55%)
     
  • EUR/USD

    1,2123
    +0,0016 (+0,13%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,23 (+0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.132,15
    +5,45 (+0,13%)
     
  • EUR/GBP

    0,8587
    +0,0006 (+0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0891
    +0,0021 (+0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,4729
    +0,0016 (+0,11%)
     

L.Bilancio, Padoan: poche risorse, puntiamo su giovani e lavoro

Roma, 3 ago. (askanews) - Le risorse a disposizione per la legge di bilancio "restano molto limitate" nonostante il sostanziale via libera alla proposta italiana di una correzione dei conti da circa 5 miliardi. Dunque occorre puntare su "giovani e lavoro". E' quanto afferma il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, in un'intervista su 'Il Sole24Ore'. "Prima di tutto - dice il ministro - è importante sottolineare che i vincoli di bilancio restano più stretti di quanto si pensi. Abbiamo iniziato a lavorare a una legge di bilancio in continuità con le precedenti, che accanto al consolidamento si dovrà concentrare su poche priorità: i giovani, prima di tutto, con misure permanenti per l'occupazione, poi la lotta alla povertà e la spinta agli investimenti". In particolare sull'occupazione dei giovani, l'idea è di rendere "permanenti" gli incentivi, "sotto forma di riduzione del carico fiscale e contributivo" anche "per spingere le imprese a investire a lungo termine e a far entrare i giovani con la prospettiva di un lavoro stabile, che permetta di pensare a un mutuo o a metter su famiglia". Ma, ha puntualizzato Padoan, servono "coperture solide" e una "definizione precisa della platea". Su quali criteri? "Li stiamo studiando - risponde il ministro - ma i principali sono due: l'età, naturalmente, e il fatto che le assunzioni "incentivate" siano legate a contratti permanenti, in modo da rafforzare l'impatto del Jobs Act".