Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.636,26
    +89,76 (+0,37%)
     
  • Dow Jones

    33.212,96
    +575,77 (+1,76%)
     
  • Nasdaq

    12.131,13
    +390,48 (+3,33%)
     
  • Nikkei 225

    26.781,68
    +176,84 (+0,66%)
     
  • Petrolio

    115,07
    +0,98 (+0,86%)
     
  • BTC-EUR

    26.983,82
    -65,61 (-0,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    625,79
    -3,71 (-0,59%)
     
  • Oro

    1.857,30
    +3,40 (+0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,0739
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.158,24
    +100,40 (+2,47%)
     
  • HANG SENG

    20.697,36
    +581,16 (+2,89%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.808,86
    +68,55 (+1,83%)
     
  • EUR/GBP

    0,8497
    -0,0014 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0271
    -0,0016 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,3655
    -0,0046 (-0,33%)
     

L’Euro Dollaro Crolla verso Nuovi Minimi sotto 1,0570

Il prezzo dell’euro dollaro è sceso sotto 1,0570, distruggendo il minimo del 2020 e scambiando ora a livelli visti l’ultima volta nel 2017. Diversi i colpevoli del forte ribasso del cambio, tra cui si cita l’ennesimo rialzo del future del dollaro americano, le difficoltà della Cina nel contenimento di nuovi focolai di Covid-19 e l’invasione della Russia in Ucraina; senza dimenticare l’ennesimo rialzo (data 4 maggio) dei tassi da parte della FED e del tardivo inizio percorso rialzo dei tassi da parte della BCE, il quale dovrebbe iniziare a luglio.

Spallata decisiva per il fiber, la decisione della Gazprom (il principale produttore di gas russo) di interrompere le forniture di gas alla Polonia e Bulgaria, ufficialmente a causa del rifiuto di pagare in rubli.

Tutto questo nonostante la vittoria di Macron che ha segnato la tanto amata (dai mercati finanziari) continuità ma che non ha sortito alcun effetto rialzista sull’euro dollaro. Difatti, il giorno dopo l’annuncio dei risultati, i rialzisti dell’euro non sono riusciti a frenare il ribasso del cambio.

L’indice DXY ha superato il massimo pre-Covid. Sa già scontando il rialzo dei tassi USA?

Pressione decisiva che ha legittimato il crollo dell’euro dollaro, il superamento dei massimi pre-Covid a 102,99 punti.

Il grafico mostra che ora il future del dollaro americano sembra voglia tentare di raggiungere il massimo del 2017 a 103,82 punti. Probabilmente il rialzo dell’indice DXY, e il conseguente ribasso dell’euro dollaro, è causato dal mercato che sta scontando il rialzo del tasso USA del 4 maggi di 50 punti base (+0,50%) ma non è da escludere un rialzo dei tassi di addirittura di 75 punti base (+0,75%).

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Al momento della scrittura il prezzo del fiber quota 1,0551, in ribasso dello 0,81%.

Il cambio sta continuando a formare massimi e minimi decrescenti, sintomo evidente che la corsa ribassista non sia finita e che è ancora molto forte. Ci si aspetta un rimbalzo long importante, anche fisiologico, ma il sentiment predominante è short e probabilmente un qualsiasi rialzo si scontrerà con la resistenza 1,0709, l’unico obiettivo concreto rialzista.

Nel medio termine, il fiber è destinato a scendere ancora nonostante ora il cambio è in forte ipervenduto e vede probabile il raggiungimento del prossimo obiettivo posto a 1,0391.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli