Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.381,66
    -3.752,11 (-7,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

L’Euro Dollaro in Difficoltà. E domani c’è la Riunione della BCE!

·2 minuto per la lettura

Il prezzo dell’euro dollaro cerca di resistere alla pressione dei ribassisti, i quali stanno influenzando il cambio in vista della decisione dei tassi di interesse della Banca Centrale Europea che potrebbe influenzare non poco le prospettive a breve termine del fiber se il Consiglio Direttivo Europeo adeguerà le ultime indicazioni economiche alla propria politica monetaria.

Data la volontà della BCE di mantenere l’attuale politica monetaria ultra-accomodante, l’euro dollaro potrebbe incappare in una situazione ribassista preoccupante considerando anche la ormai definitiva decisione da parte dell FED di aumentare i tassi e iniziare a ridurre gli acquisti di asset (tapering) che porterebbe il dollaro americano a rafforzarsi.

La BCE al difficile compito di limitare le sensazioni di tapering

L’ultimo resoconto della BCE riunitasi a settembre ha suggerito che la Banca Centrale Europea sta percorrendo una rotta ben pianificata poiché i funzionari sostengono che l’aumento a breve termine dell’inflazione (ritenuta come dalla controparte statunitense transitoria) è stato influenzato perlopiù da fattori appunto temporanei che sarebbe svaniti nel medio termine e tecnicamente non richiederebbero un inasprimento della politica monetaria.

E tutto ciò cosa comporterà per l’euro dollaro? Christine Lagarde non dovrebbe dichiarare novità poiché sostenere una riduzione del ritmo degli acquisti di asset (PEPP) potrebbe creare al mercato la percezione di un inizio di una più rigida politica monetaria che di conseguenza porterà sul fiber (lato EURO) un’influenza negativa ma si spera in un leggero aggiustamento del tiro che darebbe nuova linfa vitale (e un rimbalzo) all’euro dollaro.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Al momento della scrittura il fiber quota 1,1592, leggermente al di sotto del prezzo psicologico 1,16 dopo il tentativo di raggiungere il livello psicologico 1,17 ma è stato vano come è ben visibile nel grafico seguente.

La view di breve/medio termine è rialzista dato anche dal rimbalzo sulla parte inferiore del canale ribassista di medio periodo quindi questo comporta che secondo l’analisi tecno-grafica il prezzo potrebbe iniziare ad oscillare in forte rialzo e testare l’area di demand (ora supply) evidenziata. Gli obiettivo di breve/medio termine (da 1,1880 in poi) sono sempre confermati.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli