Italia markets open in 36 minutes
  • Dow Jones

    31.490,07
    -1.164,52 (-3,57%)
     
  • Nasdaq

    11.418,15
    -566,37 (-4,73%)
     
  • Nikkei 225

    26.402,84
    -508,36 (-1,89%)
     
  • EUR/USD

    1,0491
    +0,0025 (+0,24%)
     
  • BTC-EUR

    27.827,44
    -965,64 (-3,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    650,80
    -19,88 (-2,96%)
     
  • HANG SENG

    20.137,89
    -506,39 (-2,45%)
     
  • S&P 500

    3.923,68
    -165,17 (-4,04%)
     

L’Euro Dollaro non Riesce a Mantenersi sopra 1,04 nonostante i Dati Favorevoli Europei

Il prezzo dell’euro dollaro sembrava avesse invertito la propria direzione ma non è riuscito a chiudere la seduta sopra il livello psicologico 1,0400. Il cambio valutario rimane quindi ancora in balia dell’enorme forza del dollaro americano e potrebbe estendere il ribasso nel caso in cui l’avversione al rischio rimane così forte.

Nella giornata di ieri la debolezza del dollaro USA è stata di brevissima durata e difatti, prendendo per l’ennesima volta le redini del gioco ha portato il fiber a formare un nuovo minimo di 5 anni (gennaio 2017) a 1,0353. Pressione ribassista sul cambio innescata dagli ultimi commenti del presidente della Federal Reserve Jerome Powell dopo una diminuzione del tasso di inflazione rispetto al mese precedente non così netta come si sperava.

Powell ha affermato che sono in cantiere due ulteriori aumenti dei tassi di 50 punti base ciascuno, ma i funzionari sono pronti ad un possibile aumento dei tassi di 75 punti base.

Primo rialzo dei tassi della BCE da luglio, euro dollaro pronta al rialzo?

Ormai i falchi della BCE che chiedono l’inizio del percorso di rialzi dei tassi europei dopo la fine degli acquisti di asset obbligazionari sono diventati un numero sempre più alto; difatti, il primo rialzo dei tassi BCE dovrebbe essere calendarizzato il 21 luglio.

Le principali Banche Centrali come la Federal Reserve, la Bank of England (BoE) e la Banca del Canada hanno già iniziato il percorso di rialzo dei tassi e di inasprimento della loro politica monetaria a causa di un livello di inflazione ormai diventato insostenibile.

E questo alto livello di inflazione, unita al percorso di rialzo dei tassi della FED, ha influito negativamente sull’euro dollaro. Ma ora potrebbe cambiare qualcosa.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Al momento della scrittura il prezzo dell’euro dollaro quota 1,0375, in ribasso dell’1,56%.

È ben evidente che i rialzisti non hanno la convinzione giusta per rimanere sopra 1,0400 e non sembra che possano senza un forte evento fondamentale (aumento tassi BCE) rialzare la testa e sfondare l’ultimo supporto consistente rappresentato da 1,0340. Una violazione del supporto comporterebbe al fiber di raggiungere in breve tempo il livello psicologico 1,0300.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli