Italia markets close in 7 hours 52 minutes
  • FTSE MIB

    21.135,86
    -158,00 (-0,74%)
     
  • Dow Jones

    30.775,43
    -253,88 (-0,82%)
     
  • Nasdaq

    11.028,74
    -149,16 (-1,33%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    105,72
    -0,04 (-0,04%)
     
  • BTC-EUR

    18.717,66
    +4,13 (+0,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,60
    -10,87 (-2,52%)
     
  • Oro

    1.796,10
    -11,20 (-0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,0455
    -0,0028 (-0,27%)
     
  • S&P 500

    3.785,38
    -33,45 (-0,88%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.423,64
    -31,22 (-0,90%)
     
  • EUR/GBP

    0,8632
    +0,0025 (+0,29%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3505
    +0,0015 (+0,11%)
     

L’Euro Dollaro Punta al Ritest del Supporto Intermedio 1,0709

Il prezzo dell’euro dollaro si è fortemente rafforzato negli ultimi tempi grazie alle crescenti aspettative sui tassi di interesse della BCE soprattutto perché gli analisti (e i mercati) si aspettano un inasprimento della politica monetaria e un rialzo dei tassi di oltre 100 punti base (+ 1%) verso la fine dell’anno, il cui primo rialzo dovrebbe partire il 21 luglio. Questa tempistica è stata anticipata lentamente sia dalle colombe che dai falchi all’interno del consiglio direttivo della BCE.

Tuttavia, bisogna considerare che i mercati abbiano già scontato queste informazioni, e quindi occorre essere pronti anche per un eventuale fisiologico ritracciamento più o meno importante, lasciando quindi poco spazio per un ulteriore forte apprezzamento del fiber fino a luglio.

Comunque, l’euro dollaro sembra voglia riprendere l’attuale trazione da un momento all’altro, soprattutto dopo aver chiuso sopra il target intermedio 1,0709 nella giornata di ieri, giovedì 26 maggio. La coppia di valute rimane sulla buona strada per registrare ulteriori guadagni per la seconda settimana consecutiva e le attuali prospettive tecniche di medio termine suggeriscono in maniera abbastanza chiara che i venditori potrebbero rimanere in disparte ancora.

Continuerà la debolezza del dollaro americano?

Sul fronte del dollaro USA, il future del dollaro americano sta affrontando il ribasso più consistente da oltre un anno, perdendo in due settimane quasi il 3% dal massimo 105,005 raggiunto ad inizio maggio, un massimo che non veniva toccato da 20 anni.

Comunque, è troppo presto per suppore che il dollaro USD rimarrà debole molto più a lungo, difatti, nella seconda metà dell giornata odierna gli investitori del fiber guarderanno con attenzione il dato macroeconomico statunitense dell’indice dei prezzi “Personal Consumption Expenditures” (indice PCE). Gli investitori si aspettano che il l’indice PCE, l’indice di inflazione preferito dalla Federal Reserve, scenda al 4,9% su base annua rispetto al precedente 5,2%.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Le prospettive tecniche sono tutte a favore di un mantenimento dell’attuale trend rialzista del fiber, il quale al momento della scrittura quota leggermente al di sotto del target intermedio 1,0709 e del livello chiave 1,0700.

Sembra essersi formata una micro-resistenza nei pressi di 1,0760 ma probabilmente durerà poco considerando che l’euro dollaro è sulla buona strada per chiudere in territorio positivo per la seconda settimana consecutiva. Con il probabile rimbalzo sia dal livello chiave 1,0700 che del target intermedio 1,0709, il cambio violerebbe senza freni la micro-resistenza 1,0760 e raggiungere in poco tempo il prossimo obiettivo di breve termine rappresentato da 1,0824.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli