L’Europa si conferma debole. Piazza Affari galleggia

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
ADBE63,590,80
BPD.BE4,990,00

Giornata segnata dalla debolezza quella odierna per le Borse europee che, pur avendo recuperato dai minimi segnati nel corso della mattinata, continuano a muoversi al di sotto della parità. I listini risentono della negativa chiusura di Wall Street dopo che Bernanke ha lanciato l’allarme sul fiscsl cliff, sottolineando l’urgenza di una soluzione entro fine anno per evitare che gli Stati Uniti ricadano in una pesante recessione. Prevale così la cautela in Borsa, anche dopo i forti rialzi messi a segno nelle ultime sedute che inducono a qualche presa di profitto. Il Cac40 mostra un frazionale calo dello 0,05%, mentre restano più indietro il Ftse100 e il Dax30 che arretrano rispettiamente dello 0,2% e dello 0,3%. Diversa (Other OTC: DVSAF.PK - notizie) la situazione se ci si sposta a Piazza Affari che continua a recuperare in termini di forza relativa rispetto agli altri mercati europei, con l’indice Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) appena sotto i 15.800 punti, in lieve rialzo dello 0,1%. Il nostro mercato trova sostegno negli spunti positivi offerti dai bancari dopo l’accordo sull’unione bancaria raggiunto in sede europea. Un’intesa che sta scaldando in particolare le Popolari, con Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) in rally di quasi il 4%, seguito da Banca Popolare dell’Emilia Romagna e da Ubi Banca (Berlino: BPD.BE - notizie) che avanzano del 2,21% e dell‘1,58%, mentre Intesa Sanpaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) e Banco Popolare (Berlino: B8Z.BE - notizie) crescono entrambi dello 0,7%. Si mantengono sulla parità invece Monte Paschi, Mediobanca (EUREX: 574959.EX - notizie) e Unicredit (EUREX: C2RI.EX - notizie) . In positivo di poco più dell’1% Fiat Auto (Milano: F.MI - notizie) , mentre Exor (EUREX: 572835.EX - notizie) sale dello 0,37%, lasciando indietro Fiat industrial che arretra dello 0,67%. Bene Atlantia che guadagna mezzo punto snobbando le indicazioni negative sul calo dei consumi petroliferi in Italia a novembre.

, Vendite su Saipem (Dusseldorf: 577305.DU - notizie) che perde l‘1,07% e nello stesso settore è altrettanto debole Tenaris (Other OTC: TNRSF.PK - notizie) che scende dello 0,86%, mentre ENI (EUREX: E1NT.EX - notizie) limita i danni ad un calo frazionale dello 0,11%. Poco significative intanto le indicazioni che arrivano dall’opposta sponda dell’Atlantico dove si dovrebbe assistere ad una partenza piatta, visto che i futures sui principali indici galleggiano sulla parità. L’avvio degli scambi però sarà condizionato dai dati macro che saranno diffusi prima dell’apertura delle contrattazioni. Si guarderà alle nuove richieste settimanali di sussidi di disoccupazione che dovrebbero attestarsi a 370mila unità, in linea con la lettura dell’otava precedente. Per i prezzi alla produzione di novembre le attese parlano di un calo dello 0,5%, in peggioramento rispetto alla variazione negativa dello 0,2% di ottobre, mentre la versione “core”, depurata cioè delle componenti più volatili quali alimentari ed energia, dovrebbe salire dello 0,2% rispetto al calo dello 0,2% precedente.Le vendite al dettaglio di novembre sono viste in rialzo dello 0,3% dalla contrazione dello 0,3% precedente, mentre per le scorte delle imprese di ottobre si prevede un rialzo dello 0,4% rispetto allo 0,7% di settembre.

Dopo la chiusura dei listini, l’attenzione sarà rivolta ad Adobe Systems (NasdaqGS: ADBE - notizie) che presenterà i risultati del quarto trimestre dell’esercizio 2011-2012, dai quali ci si attende un utile per azione di 0,57 dollari.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.798,59 0,57% 17:20 CEST
Eurostoxx 50 3.171,44 0,14% 17:05 CEST
Ftse 100 6.685,75 0,16% 17:05 CEST
Dax 9.496,85 0,50% 17:05 CEST
Dow Jones 16.534,60 0,20% 17:20 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati