L’Europa tenta un recupero, Ws ancora senza direzione

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
FTSEMIB.MI21.613,30+78,78
UBI.MDD6,890,07
STS.MI7,530,22

Dopo i forti ribassi della vigilia, registrati soprattutto sul nostro future Ftsemib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) , i mercati europei tentano un recupero trascinati anche da una positiva partenza di Ws e terminano tutti col segno più: la migliore ieri è risultata Francoforte in salita dello 0.59% seguita a breve distanza da Parigi (+0.54%) e Madrid in salita di mezzo punto percentuale. In positivo anche Londra (+0.35%) e Milano (+0.15%) che risulta però la borsa europea più debole appesantita dalla negative performane del comparto bancario.

Ws dopo un avvio di giornata positivo a seguito soprattutto del dato macroeconomico pubblicato alle ore 16.00, relativo alle vendite di case esistenti risultato superiore alle attese degli analisti, ritraccia nel finale di giornata terminando così l’ennesima seduta senza particolare direzionalità: al fixing i listini americani chiudono comunque col segno più davanti, il migliore è il Nasdaq (Nasdaq: ^NDX - notizie) (+0.15%), a seguire S&P500 (+0.12%) e DJ (+0.10%).

Dura solamente un giorno l’euforia sui mercati asiatici per la decisione da parte del BoJ, nella nottata forti ribassi si sono registrati in tutta l’Asia, Tokyo cede l’1.48% a seguito di dati macroeconomici diffusi risultati inferiori alle attese. Visto il ritracciamento nel finale di ieri sera da parte di Ws e la negativa seduta asiatica non si prospetta certamente un avvio facile per i listini europei.

Prosegue anche il ritorno di forza del dollaro americano nei confronti della moneta unica, accentuatosi soprattutto durante la notte a seguito del negativo andamento dei listini azionari, l’euro attualmente si trova sotto area 1.30 si sta dirigendo verso il primo obiettivo ribassista posto a 1.2909. Da sottolineare ieri anche un forte calo delle quotazioni dell’oro nero che rispetto ai massimi intraday perde cinque figure chiudendo molto prossimo a minimi di giornata.

, Tornando a Piazza Affari ieri debolezza sul nostro listino l’abbiamo riscontrata in primis sul comparto bancario: maglia nera di giornata spetta a Mps (-3.54%), Ubi Banca (MDD: UBI.MDD - notizie) (-2.24%) e Mediobanca (Xetra: 851715 - notizie) (-2.22%). Giornata di ribassi anche per Mediaset (Dusseldorf: MDS.DU - notizie) (-3.27%) e Stm (-2.19%).

In verde troviamo una brillante Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) (+2.50%) e Fiat Auto (Milano: F.MI - notizie) (+2.21%) che recupera parzialmente le perdite della vigilia. Bene (Stoccarda: A0LCPZ - notizie) anche Ansaldo (Milano: STS.MI - notizie) (+1.57%) e le utilities Snam (Milano: SRG.MI - notizie) ed Enel (Madrid: ENE.MC - notizie) in rialzo rispettivamente dell’1.29% e dell’1.02%.

Per la giornata odierna dal punto di vista macroeconomico ci attende una giornata ricca di dati in agenda: dagli Usa dovremo monitorare soprattutto il dato relativo alle richieste di sussidi di disoccupazione previsti in calo a 374k unità e alle ore 16.00 l’indice di Philadelphia rivisto in salita a -4.1 punti. A mercati chiusi verranno pubblicati i conti trimestrali di Oracle (EUREX: ORCF.EX - notizie) dai quali ci si attende un eps pari a 0.53 dollari per azione.

In Europa dovremo monitorare i risultati dei Pmi in pubblicazione dai vari paesi europei e alle ore 10.30 le vendite al dettaglio del Regno Unito. A Piazza Affari sotto la lente degli investitori sarà il titolo Mediobanca nel giorno in cui si riunisce il cda per discutere il bilancio d’esercizio 2011-2012.

Marco Dall’Ava marco.dallava@xtb.it XTB Italia Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito