Italia markets open in 3 hours 27 minutes
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    26.863,33
    -138,19 (-0,51%)
     
  • EUR/USD

    1,0673
    -0,0023 (-0,21%)
     
  • BTC-EUR

    27.407,49
    -1.012,74 (-3,56%)
     
  • CMC Crypto 200

    655,28
    -19,60 (-2,90%)
     
  • HANG SENG

    20.195,29
    -274,77 (-1,34%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

L’infettivologo spiega che fra immunizzazioni e contagi sarà possibile decidere in questo senso

·1 minuto per la lettura
Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

Lui, Matteo Bassetti, guarda avanti e lo fa con cautela ma senza inutili fronzoli o pastoie, perciò in sintonia con le sue ultime dichiarazioni alla testata specializzata Insanitas ha detto: “Dalla primavera a scuola via le mascherine, io le toglierei per i vaccinati”.

A scuola via le mascherine per i vaccinati in primavera: la tesi dell’infettivologo

Il sunto è che l’infettivologo del San Martino di Genova che ultimamente non è stato tenero con il governo in carica ha una tesi: quella per cui fra immunizzazioni e contagi è ormai possibile almeno persare di decidere in questo senso, quello di togliere le mascherine.

In primavera a scuola via le mascherine per i vaccinati: “Fra gli over 12 il 90% è immune per somministrazione o contagio”

Ecco come l’ha spiegata Bassetti nella sua dichiarazione in tema cardine delle vaccinazioni ai giovani: “Il 90% dei giovani dai 12 anni in su mi risulta siano vaccinati oppure siano entrati in contatto con il virus”. E dopo il preambolo Bassetti ha spiegato: “Per cui è verosimile pensare che un contagio tra di loro sarebbe limitato nelle sue forme più gravi, grazie alla vaccinazione”.

Via le mascherine per i vaccinati a scuola, non subito e tout court”, ma dalla prossima primavera

E in chiosa, dando un periodo di riferimento per questa possibile scelta strategica che lui auspica: “Non dico quindi che bisogna togliere la mascherina tout court, ma credo che all’aperto e nelle scuole si possa fare già da questa primavera”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli