Italia markets close in 4 hours 14 minutes
  • FTSE MIB

    24.335,12
    -467,78 (-1,89%)
     
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,98 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,34 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    64,50
    -0,42 (-0,65%)
     
  • BTC-EUR

    45.806,98
    -1.859,47 (-3,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.488,99
    -72,31 (-4,63%)
     
  • Oro

    1.841,80
    +4,20 (+0,23%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0034 (+0,28%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.937,17
    -97,08 (-2,41%)
     
  • EUR/GBP

    0,8606
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0973
    +0,0040 (+0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,4719
    +0,0036 (+0,24%)
     

L’Unione europea autorizza gli insetti come nuovo alimento

Antonio Cardarelli
·1 minuto per la lettura
L’Unione europea autorizza gli insetti come nuovo alimento
L’Unione europea autorizza gli insetti come nuovo alimento

Su proposta della Commissione, i singoli Paesi dell’Ue hanno dato l’ok all’utilizzo delle larve dell’insetto della farina gialla per uso alimentare

A seguito di una rigorosa valutazione scientifica da parte dell’Agenzia per la sicurezza alimentare, i Paesi membri dell’Unione europea hanno approvato la proposta della Commissione che permette l’uso dei vermi della farina gialla come nuovo alimento.

MODI DI UTILIZZO

Nel dettaglio si tratta della larva del verme della farina gialla (nome scientifico Tenebrio molitor) che potrà ora essere utilizzato come un insetto essiccato intero – a mo’ di spuntino – oppure come ingrediente per arricchire altre preparazioni. Per esempio, come polvere in prodotti proteici, biscotti o prodotti a base di pasta.

RISPARMIO DI RISORSE

La strategia 'Farm to Fork', spiegano dalla Commissione europea, identifica gli insetti come una fonte proteica alternativa che può supportare la transizione verso un sistema alimentare più sostenibile. La produzione di carne animale, infatti, determina un consumo di risorse (a partire da quelle idriche) molto elevato. La Fao qualifica gli insetti come una fonte di cibo sana e altamente nutriente, ricca di grassi, proteine, vitamine, fibre e minerali. La decisione formale della Commissione sarà adottata nelle prossime settimane.

PROPOSTA DI UN’AZIENDA FRANCESE

Lo scorso gennaio l’Efsa aveva dato l’ok alla richiesta di autorizzazione al commercio delle larve del verme della farina gialla accogliendo la richiesta presentata da un’azienda francese. Ora, su proposta elaborata dalla Commissione europea, i singoli Paesi hanno dato il loro via libera all’arrivo di questi insetti sulle tavole. Gli studi di tossicità conclusi lo scorso gennaio non hanno sollevato problemi di sicurezza. Il consumo di larve di Tenebrio, tuttavia, può causare reazioni allergiche in soggetti con allergia ai crostacei e agli acari della polvere.